ECONOMIA. Maia festeggia i sessant’anni. Allevamenti a terra con 900mila galline ovaiole

95

Gruppo Eurovo, azienda leader in Europa nella produzione di uova e ovoprodotti, festeggia oggi il sessantesimo anniversario di Maia. Lo storico marchio, fondato nel 1961 dalla famiglia Ricci a Pieve di Soligo (TV) e acquisito da Gruppo Eurovo nel 2002, rappresenta un esempio di eccellenza e innovazione nell’industria agro-alimentare italiana: oltre a essere stata la prima azienda italiana a commercializzare uova in guscio a marchio proprio, è stata pioniera nell’industrializzazione del settore, avvalendosi già dagli anni Ottanta di impianti tecnologici all’avanguardia, come la più grande pulcinaia robotizzata d’Europa dalla capacità di 120 mila capi.

Maia oggi presidia sia il segmento consumer sia quello professional con uova di altissima qualità, 100% italiane di categoria A, provenienti esclusivamente da allevamenti a terra, dove le galline sono libere di razzolare in ambiente coperto e di deporre le uova nei nidi, e raccolte entro poche ore dalla deposizione.

Fiore all’occhiello di Maia è la sua filiera completa e integrata verticalmente, che consente all’azienda di gestire direttamente ogni fase di lavorazione dei prodotti, rispettando gli alti standard frutto dell’esperienza e della lunga tradizione di Gruppo Eurovo. Gli allevamenti a terra ospitano 900.000 galline ovaiole.