MONTEBELLUNA. Visite oculistiche aggiuntive per quattro domeniche.

314

Sarà rivolto anche ai montebellunesi, il servizio di visite oculistiche aggiuntivo in partenza da domenica prossima – 29 novembre – proprio al San Valentino.

A congratularsi per l’iniziativa, messa a punto grazie alla disponibilità del medico oculista Giorgio Capovilla, d’accordo con la direzione del distretto sanitario di Asolo guidata dal dottor Simone Tasso, il vicesindaco di Montebelluna, Elzo Severin, già medico di medicina generale che ben conosce le criticità innescate dall’emergenza Covid-19 anche nella gestione delle visite ambulatoriali, in particolare quelle oculistiche.

 

Dunque, a partire da domenica prossima, 29 novembre, per quattro domeniche, fino al 20 dicembre, dalle 8.00 alle 13.00 il dottor Giorgio Capovilla, affiancato dallo staff infermieristico che pure si è reso disponibile, sarà a disposizione per eseguire le visite urgenti.

“E’ un’operazione dal duplice vantaggio sia per l’azienda Ulss 2 che per i cittadini: da un lato vengono gestite le visite urgenti, snellendo le liste di attesa che si sono inevitabilmente venute a creare sia con la prima fase acuta dell’emergenza sanitarie che con la seconda in corso; in secondo luogo, viene data disponibilità proprio in una giornata – la domenica – in cui gli ambulatori sono meno frequentati e quindi anche il rischio di assembramenti durante l’attesa vengono estremamente ridotti”, ha dichiarato Capovilla.

 

Le visite aggiuntive effettueranno presso il piano terra del Monoblocco Poliambulatori del San Valentino e proseguiranno domenica 6 dicembre presso l’ambulatorio del distretto di Pederobba. Per domenica 13 e 20 dicembre, invece, verrà valutata la sede delle visite in base all’andamento delle prime due giornate.

 

Il servizio sarà assicurato anche grazie allo staff infermieristico coordinato dalla dottoressa Alessia Baggio – composto da 5 unità che si avvicenderanno nelle varie domeniche in orario aggiuntivo senza togliere ore alla emergenza Covid. La disponibilità da parte degli infermieri a svolgere il proprio lavoro in orari flessibili non riguarda solo le visite oculistiche: negli ultimi tempi essi prestano servizio anche il sabato al San Valentino, a supporto dei piccoli interventi di chirurgia, o dell’ambulatorio di urologia, attivati nel fine settimana per evitare assembramento nell’area ambulatoriale durante i più frequentati giorni feriali.