PREMIO RODOLFO SONEGO. Ultima tappa e premiazioni

116

Prosegue anche quest’anno la collaborazione tra il concorso di sceneggiature di cortometraggi Premio Rodolfo Sonego e il Torino Short Film Market, manifestazione organizzata dal Centro Nazionale del Cortometraggio e giunta quest’anno alla sua quinta edizione. Il ricco programma del TSFM, che si svolgerà dal 17 al 24 novembre, comprenderà masterclass e appuntamenti curati da TorinoFilmLab e i Production Days, organizzati da Film Commission Torino Piemonte.

In scaletta venerdì 20 novembre, dalle 12 alle 13, sono previsti i pitch dei finalisti del premio Rodolfo Sonego e la tanto attesa premiazione del vincitore della XII edizione del concorso.

La partecipazione all’evento sarà gratuita e aperta ad addetti ai lavori e appassionati. Vi si potrà accedere accreditandosi entro le ore 12 del 16 novembre dal sito http://www.torinofilmindustry.it/. I pitch dei finalisti rimarranno a disposizione nella piattaforma del festival per tutto il periodo della manifestazione.

La XII edizione del Premio Rodolfo Sonego si conclude a Torino dopo mesi pieni. Il percorso formativo indirizzato ai finalisti è iniziato a settembre con un workshop di tre giorni presso la Fondazione Francesco Fabbri di Pieve di Soligo (Treviso). Sotto la supervisione dei docenti e sceneggiatori Aaron Ariotti, Chiara Laudani e Carolina Cavalli partecipanti hanno perfezionato la struttura narrativa dei loro elaborati in preparazione alla seconda fase del progetto che li ha visti sbarcare alla 77a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia presso il Padiglione della Regione Veneto. Ciascun sceneggiatore in gara ha avuto la possibilità di presentare il proprio lavoro a una platea di esperti del settore con lo scopo di creare nuove sinergie e incontrare registi e produttori interessati a nuove collaborazioni.

Dal 18 novembre sarà disponibile online e in tutte le librerie un catalogo che racchiuderà i nove progetti in gara e le locandine delle sceneggiature.

Ma chi sono i finalisti di questa XII edizione del concorso che hanno interpretato il tema Come ridevano, come ridiamo oggi in Italia, declinando, a proprio modo, l’esperienza del grande Sonego?

Greta Frontani, 24 anni, un’anima divisa tra Italia e Germania, laureata in relazioni internazionali e in antropologia ed Elisa Orrico, studentessa della scuola Holden in serialità e tv, sono le autrici di Rintra e Fuora, la storia di un trentenne che, lasciato dalla fidanzata, si trova bloccato nel suo bilocale durante la quarantena alle prese con bizzarri personaggi e in balia di pensieri sempre più strani e invadenti.

Elettra Sofia Mauri ha conseguito il Master in International Screenwriting and Production all’Università Cattolica del Sacro Cuore e lavora come autrice. In questa avventura fa coppia con Tancredi Bua, giornalista e autore, con il quale ha scritto Vicini. Il protagonista, un signore solitario che porta il nome di Alfonso lavora per la Morte, a lui viene affidato il compito di sbarazzarsi di Gigi, unico amico che abbia mai avuto.

Giulia Castagnetti, classe 1988, ha conseguito il Master of Fine Arts in Filmmaking presso l’Università Ca’ Foscari, ha lavorato come assistente alla regia ed è stata allieva del Corso Fiction 2019 per Autore di fiction cinematografica e seriali presso Bottega Finzioni a Bologna e del Corso di Gestione della produzione cinematografica e televisiva di Demetra Formazione con Palomar s.p.a. Partecipa al Premio Rodolfo Sonego con Dietro la verità, la storia di Daniele, trentenne in carriera trovato morto sul ciglio della strada.

Angelo Calarco, regista e sceneggiatore di Torino con un passato da autore e attore comico, insieme a Massimo Pica, monologhista, attore e autore comico di Torino, è autore di Day 3286racconto distopico ambientato in un futuro dove gli esseri umani non sono più autorizzati a prendere decisioni e vivono in completo isolamento l’uno dall’altro. Protagonista è Panuzio che vive sotto il controllo di Brenda, il premuroso androide di compagnia che gestisce la vita sulla Terra.

Nicoló Orlandini, diplomato nell’Area Fiction della scuola di scrittura Bottega Finzioni di Carlo Lucarelli, all’Università Cattolica di Milano, porta a termine gli studi del Master International Screenwriting and Production. Vincitore della Borsa di Sviluppo del Premio Salinas Experimenta Serie, partecipa alla XII edizione del Premio Rodolfo Sonego con Avanti o popolo!  la storia di Gualtiero, un anziano nostalgico e leninista convinto, che decide, a pochi giorni dalle elezioni comunali del suo paesino emiliano che potrebbero, per la prima volta nella storia, portare la destra al potere, di ingaggiare una personale campagna elettorale, coinvolgendo i vecchi amici del bar sport.

Bruno Ugoli classe 1989 di Torino è filmaker e realizzatore di cortometraggi. La sua sceneggiatura s’intitola Nickpark e racconta la storia di Nick, ragazzo di 20 anni che non riuscendo a trovare parcheggio si troverà a vivere e invecchiare dentro alla propria auto, senza poter scendere e trovare un posto nel mondo.

Ruben Marciano, sceneggiatore e assistente alla regia ha scritto a quattro mani, insieme a Giulio Lepri, ex studente della Scuola Holden e junior writer, Bomba o non bomba, una storia bizzarra dove una poltrona diventa una questione di vita o di morte.

Roberta Martinelli ha frequentato il corso di sceneggiatura della Fondazione Fare Cinema di Marco Bellocchio mentre Marcello Pedretti è assistente di regia e autore di cortometraggi. I due si conoscono nella scuola di Lucarelli Bottega Finzioni e sono finalisti al Premio Sonego con Riderà. Lo script racconta di un rapporto difficile tra madre e figlia che si conclude con un risvolto molto comico.

Angelo Martucci è autore di articoli satirici, sketch comici e cortometraggi e partecipa al concorso con Fuori Luogo. La storia racconta di due amici cresciuti insieme in un paese di provincia. Andrea ha un impiego e se l’è fatto bastare per più di dieci anni. Luca, invece, ha riempito la sua vita con ambizioni adolescenziali, rapporti occasionali e camicie sgargianti senza aver avuto mai il coraggio di prendere una direzione.

A decretare il vincitore venerdì 20 novembre sarà una giuria giovane, composta da: Claudio di Biagio, classe 1988, regista autodidatta ed ex conduttore radiofonico di Radio2, regista di Freaks, e scrittore di libri; Michela Nuti Gemma Pistis, ex studentesse in serialità e Tv della Scuola Holden e vincitrici dell’XI edizione del Premio Rodolfo Sonego con la sceneggiatura del cortometraggio Un (quasi) rapimento sull’A4Daniela Delle Foglie, sceneggiatrice di serie tv dal grande successo di pubblico come Don MatteoChe Dio ci aiutiExtravergineSummertime, autrice di libri e attrice di stand up comedy.

In palio per il vincitore un premio realizzato da Andrea Fava, fabbro artigiano di Revine Lago, l’invito a partecipare come giurato alla prossima edizione e un buono per un corso della Scuola Holden, valido per tutto il 2021.