EMERGENZA COVID. ULSS2. Nelle strutture ospedaliere garantite soltanto le prestazioni urgenti

115

Considerata l’evoluzione della situazione epidemiologica e per contenere il pericolo di contagio, in osservanza alle disposizioni regionali, sono state definite una serie di misure restrittive circa l’operatività all’interno delle strutture ospedaliere e dei poliambulatori di tutto il territorio dell’Ulss 2.

Prestazioni già prenotate
Sono garantite tutte le prestazioni prenotate nelle strutture non ospedaliere: poliambulatori, sedi ambulatoriali distrettuali, strutture private accreditate, ORAS.

Da martedì 10 novembre nelle strutture ospedaliere verranno garantite solo le prestazioni con priorità U (Urgente entro 72 ore) e B (Breve, entro 10 giorni), le visite di controllo entro 10 gg, i percorsi materno-infantili (prestazioni in gravidanza e a carico dell’età pediatrica), i percorsi oncologici e le prestazioni inerenti la salute mentale, le prestazioni di radiologia ed oculistica. Gli utenti le cui prenotazioni verranno sospese riceveranno apposita comunicazione.

Sono garantite le attività chirurgiche indifferibili e le attività di screening oncologico.

Sempre da martedì 10 novembre viene sospesa l’erogazione delle prestazioni prenotate in libera professione intramoenia: gli utenti le cui prenotazioni verranno sospese riceveranno apposita comunicazione.

Prestazioni prenotabili da martedì 10 novembre

Per le strutture ospedaliere, saranno prenotatili solo prestazioni ambulatoriali per visite ed esami diagnostici con classi di priorità U e B, le visite di controllo entro 10 gg, i percorsi materno-infantili (prestazioni in gravidanza e a carico dell’età pediatrica), i percorsi oncologici e inerenti la salute mentale, le prestazioni di radiologia e oculistica.

Per le strutture non ospedaliere l’attività di prenotazione rimane invariata.

Viene sospesa la prenotazione dell’attività in Libera professione intramoenia. I prelievi sono garantiti ma esclusivamente previa prenotazione. Vengono accettati senza prenotazione solo gli utenti con impegnativa che riporta la richiesta URGENTE del prescrittore.

“La nostra comunità sta vivendo un momento delicato e importante – commenta il Direttore Generale dell’Ulss 2 Francesco Benazzi – dobbiamo prevenire con la massima determinazione ogni ulteriore possibilità di contagio, per questo dobbiamo adottare misure più restrittive. Ci scusiamo con i cittadini per gli eventuali disagi e li ringraziamo per la preziosa e responsabile collaborazione. Colgo l’occasione per ricordare a tutti l’importanza di utilizzare le mascherine, di rispettare la distanza di sicurezza e di lavarsi frequentemente le mani”.