PONZANO. Archivio Benetton, tour virtuale lunedì giovedì prossimi

126

12.000 capi di maglieria, 30.000 scatole di documenti, oltre 180.000 materiali iconografici e multimediali. Tesori preziosi racchiusi in uno scrigno di 1300 mq, un’officina di idee e creatività. Nato nel 2009, l’Archivio Benetton– con sede negli Studios di Castrette di Villorba (Treviso) – apre le sue porte al pubblico, seppure virtualmente, lunedì 9 e giovedì 12 novembre (dalle 17:30 alle 18:30), in occasione della diciannovesima edizione della Settimana della Cultura d’Impresa, iniziativa promossa da Confindustria e Museimpresa in programma dal 5 al 20 novembre, che quest’anno avrà come tema centrale “Capitale Italia. La cultura imprenditoriale per la rinascita del Paese”.

Durante il tour online dell’Archivio, i visitatori connessi via Zoom saranno accompagnati alla scoperta di capi storici, bozzetti, cartelle colori, macchinari industriali, immagini pubblicitarie, per rivivere così i momenti più importanti degli oltre 50 anni di storia di Benetton che – grazie alla sua capacità di visione basata su qualità, innovazione, impegno sociale e legame con il territorio trevigiano – ha saputo raggiungere e affermarsi ai vertici dell’industria globale della moda. Per partecipare è possibile prenotarsi qui.

United Colors sarà poi protagonista di una seconda iniziativa, un dialogo che vedrà coinvolto – giovedì 19 novembre dalle 17:30 alle 19:00 – il suo direttore artistico Jean-Charles de Castelbajac e Manlio Brusatin, architetto, professore e autore di diversi libri sul colore.

Si analizzerà il tema del colore da diversi punti di vista: quello della moda naturalmente, ma anche quelli della fisica e della filosofia, della storia e della pittura. L’incontro segue l’acquisizione – avvenuta in collaborazione con L’Archivio Benetton – da parte di Fabrica della Biblioteca del Colore, una collezione di circa 1500 volumi (tra libri e riviste monografiche), pubblicati prevalentemente tra il 1970 e il 2018 e raccolti da Brusatin nel corso degli anni, che rappresentano una delle raccolte di sapere più complete a livello internazionale per quanto riguarda il colore. Si aggiunge agli oltre 8.000 volumi su fotografia, design, arte e comunicazione visiva della biblioteca di Fabrica, visitabile su appuntamento. Per partecipare al Dialogo sul Coloreè possibile prenotarsi qui.