TREVISO. Santa Margherita dall’abbandono a Museo Nazionale

76

Inaugurazione, il prossimo 4 dicembre, degli spazi di Santa Margherita,chiesa sconsacrata ed ora di proprietà del demanio, dove fu celebrato il funerale di Pietro Alighieri, ora Museo Nazionale che ospita la Collezione Salce.

 

 

 

 

Di una sede adeguata ad accogliere e presentare quella che è la più importante raccolta italiana di affiches (forte oggi di quasi 50 mila pezzi), si è cominciato a ragionare nei lontani anni ’50. Ventilando via via diverse collocazioni e sedi. Poi, nel 2011, la decisione del Ministero per i Beni Culturali di mantenere la Collezione nella città dove è nata, ovvero a Treviso, riservandole due edifici di proprietà demaniale, all’epoca in stato di abbandono: la chiesa medievale di Santa Margherita, al di là del fiume Sile, e il centralissimo edificio attiguo alla chiesa di San Gaetano, in via Carlo Alberto. Destinando il primo dei due spazi a sede fisica della Collezione, ai laboratori di restauro ma anche a sede espositiva, vocazione quest’ultima che ha da subito improntato la seconda delle sedi, quella al San Gaetano.