SAN ZENONE DEGLI EZZELINI. Domani sera si presenta il percorso naturalistico devozionale che inizia a Bassano

128

Due appuntamenti all’insegna della natura in programma per la prossima settimana sono quelli organizzati in collaborazione tra i Comuni di San Zenone degli Ezzelini e Mussoline, due Comuni che condividono da tempo una sensibilità verso il rispetto dell’ambiente.

Nel primo appuntamento fissato per mercoledì 23 settembre 2020 alle 20.30 presso il centro Polivalente “La Roggia” di San Zenone degli Ezzelini verrà presentato il percorso “Tra fede e natura”, relativo all’anello naturalistico-devozionale dal Brenta ed il Piave e che include anche gli stessi Sentieri Natura di San Zenone e Mussolente.

Promosso dal coordinamento “Insieme per la salvaguardia del Creato, una proposta aperta a tutti nell’ambito dell’Unità pastorale Sinistra Brenta, è un percorso ad anello di 100 km con partenza dal Duomo di Santa Maria in Colle, la chiesa più antica di Bassano del Grappa, fino all’Oasi della Garzaia di Pederobba e suddiviso tra alto, di 49 km lungo le pendici del Monte, e basso lungo la fascia collinare di 51km con un dislivello totale di oltre 1.800 metri per i vari sali-scendi.

Durante la serata –  promossa dall’unità pastorale Sinistra Brenta, in collaborazione con le due associazioni Sentieri Natura, i Comuni di San Zenone degli Ezzelini e Mussolente, Villa Angaran San Giuseppe, l’Associazione Il Ciclamino, il Centro di Spiritualità Don Chiavacci e l’associazione Sui Sentieri degli Ezzelini – gli ideatori del percorso, Sergio Ballestrin, Anastasia Sebellin e il diacono Bruno Martino, illustreranno l’intero percorso con immagini ed informazioni sui punti più caratteristici e significativi del percorso.

Spiega il diacono Bruno Martino che nei prossimi mesi assieme a Ballestrin e Rebellin girerà i Comuni interessati dal percorso per farlo conoscere: “La presentazione di questo percorso è un evento storico che sogno da mezzo secolo da quando, appena arrivato a Bassano, entrato subito in contatto con gli ambientalisti e naturalisti e associazioni cittadine, si parlava già della necessità di unire il territorio della Pedemontana del Grappa, al quale dare una sola veste, una unicità atta a creare ad esempio il Distretto biologico della Pedemontana del Monte Grappa”.

 Il secondo appuntamento, invece, appartiene ormai alla tradizione locale: “Una Messa per l’Oasi”, in programma per domenica 27 settembre alle 16.00 presso l’Oasi San Daniele a Liedolo di San Zenone degli Ezzelini, è molto più che una celebrazione eucaristica.

E sarà anche l’occasione per ricordare le vittime delle tragedie in montagna ed il giovane sanzenonese Fabrizio Bevilacqua, campione di corsa in salita, prematuramente scomparso qualche mese fa dopo una tragica caduta mentre correva sui suoi sentieri preferiti sul Monte Grappa.

Contribuiscono alla realizzazione dell’evento, la parrocchia San Lorenzo di Liedolo, Radio Luce, la Pro Loco di San Zenone, l’associazione Oasi San Daniele, l’associazione Sentieri Natura Parco degli Ezzelini, la Protezione civile e il Gruppo Alpini. Patrocinano l’evento i Comuni di San Zenone degli Ezzelini, Mussolente e Borso del Grappa.