ECONOMIA. A Silea l’amministrazione comunale sostiene le imprese nel post Covid

124

L’Amministrazione comunale di Silea ha stanziato un plafond di 40.000 euro da destinare ai microprestiti da 5.000 a 15.000 euro finalizzati al rimborso degli interessi maturati e sostenuti dagli operatori economici sui finanziamenti concessi da BCC Pordenonese e Monsile e CentroMarca Banca, che hanno aderito all’avviso pubblico di convenzione promosso dal Comune di Silea.

L’iniziativa prevede erogazioni di finanziamento presso le banche convenzionate della durata massima di 5 anni compreso il periodo di preammortamento max di 12 mesi, a partire da un minimo di 5.000 euro ad un massimo di 15.000 euro, a tasso zero, poiché i costi degli interessi saranno sostenuti dal Comune di Silea, senza costi di erogazione, con una istruttoria veloce e semplificata.

L’accordo tra Comune di Silea e le due banche del territorio aderenti all’iniziativa, BCC Pordenonese e Monsile e CentroMarca Banca, è stato già firmato. 

Il progetto “Silea Interessi Zero” si aggiunge alle altre misure per il rilancio delle attività produttive, già varate in precedenza sul canone di occupazione del suolo pubblico (Cosap e Tosap), sulla possibilità per i commercianti di ampliare, gratuitamente, i plateatici, o ad esempio il fondo “Garanzia Silea” di 30.000 Euro sotto forma di garanzie destinate ai CONFIDI trevigiani per prestiti bancari dai 10.000 ai 35.000 Euro o l’indagine conoscitiva sulla mappatura e sulla situazione economica e finanziaria post lockdown degli operatori economici del territorio svolta in collaborazione con l’Associazione AICASA.

L’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Gendron integra con questa misura stanziamenti per oltre 200.000 euro per supportare la liquidità degli operatori economici del territorio maggiormente danneggiati dall’emergenza sanitaria e il supporto alle famiglie attraverso i buoni spesa, la concessione di contributi per affitti e bollette e l’abbattimento dei costi dei centri estivi per i ragazzi.