ASOLO. Nella Vienna di Beethoven con Elio

97

La serata del prossimo 9 Settembre alle 20,45 alla Chiesa di S. Gottardo di Asolo ci porterà dritti nella Vienna del primo Ottocento in compagnia delle voci dell’Accademia d’Arte Lirica di Osimo, del violoncello di Ettore Pagano e del fortepiano di Alessandro Benigni. E soprattutto di Elio, cantante, musicista e attore che farà da protagonista, e anche da musicista, in questo spettacolo proposto per la prima volta nell’ambito del XLII Festival Incontri Asolani.

Un misterioso incantesimo ed Elio si ritrova catapultato a Vienna nel maggio 1824, nel Teatro di Porta Carinzia dove tutti parlano italiano: è italiano persino l’impresario, quel Domenico Barbaja che ha portato nella capitale austriaca Gioachino Rossini con i cantanti italiani più famosi d’Europa e del mondo. Nel teatro in questione si sta tentando un’impresa titanica: eseguire l’ultimo lavoro di Ludwig van Beethoven – compositore stimatissimo e temutissimo – con le orchestre e i cori riuniti del Teatro e degli Amici della Musica.

Ingresso: iIntero € 25,00; ridotto € 20,00 riservato ai Soci di Asolo Musica e alle persone fino ai 26 anni e oltre i 65 anni.