PIEVE DI SOLIGO. Imprese, Industriali e Comuni neo-associati per dare identità all’area industriale

337

Si è costituita a Pieve di Soligo la nuova Associazione di imprese, promossa da dieci imprese dell’area industriale San Michele, tra i Comuni di Pieve e Sernaglia della Battaglia, con Assindustria Venetocentro. Con la presidente dell’Associazione Maria Cristina Piovesana hanno sottoscritto l’atto, alla presenza del notaio Maurizio Bianconi, le aziende  Biemmereti con Raffaele Mazzucco, Bocon con Luca Ricci, Bubola e Naibo con Carlo Naibo, Cartimballo con Vasco Zamai, Eclisse con Daniela De Faveri, Euromobil con Luigi  e Gaspare Lucchetta, G.D.Dorigo con Omar Dorigo, Gugel con Fabio Gugel, Homes con Massimo Dalla Betta e Loran con Adriano Casagrande. Sono intervenuti il sindaco di Pieve di Soligo Stefano Soldan e l’assessore alle attività produttive del Comune di Sernaglia della battaglia Paola Balliana, che è anche componente  dell’Osservatorio del Paesaggio delle Colline dell’Alta Marca attento al paesaggio urbano ed industriale .
Presidente dell’Associazione è Giuseppe Bincoletto, vicepresidente di Assindustria Venetocentro Imprenditori Padova Treviso, che ha seguito negli ultimi anni il progetto Smart Oasis, l’iniziativa promossa dai due Comuni insieme alla Provincia di Treviso e ad Assindustria per favorire la qualificazione e accessibilità di questa vasta area produttiva, tra le maggiori del territorio provinciale(1.331.385 mq totali con circa 150 aziende insediate con almeno 3.000 collaboratori) e ora limitrofa all’area delle colline trevigiane riconosciute patrimonio Unesco.
La nuova associazione, che è aperta ad ogni altra azienda interessata,  sarà interlocutore delle Amministrazioni comunali per le prossime iniziative di miglioramento dell’area produttiva e diviene anche proprietaria del  brand d’area, l’immagine elaborata con un concorso di idee per rendere maggiormente riconoscibile e accessibile l’area industriale S. Michele. Il progetto Smart Oasis era partito dal censimento delle attività produttive attive nell’area con il coinvolgimento diretto di alcune, associate a Assindustria Venetocentro, per individuare le priorità di interesse degli imprenditori. Al primo posto proprio l’esigenza di dare identità e immagine all’area. A seguire, la viabilità di segnalamento e avvicinamento all’area, i temi della responsabilità sociale e del welfare, l’accessibilità, l’efficienza, la sicurezza e l’innovazione.