VALDOBBIADENE. La ‘Prosecco Cycling’ si farà domenica 27 settembre. Incontro in Prefettura per le modalità

173

La Prosecco Cycling si farà: oltre duemila appassionati, domenica 27 settembre, pedaleranno nel cuore delle colline del Prosecco per uno degli appuntamenti più attesi della stagione ciclistica. Non solo: la Prosecco Cycling sarà anche il primo evento ciclistico internazionale a disputarsi in Veneto dopo l’emergenza sanitaria legata al Covid-19.   La conferma è arrivata dal vertice, svoltosi ieri mattina in prefettura a Treviso. Presenti, il prefetto Maria Rosaria Laganà; il direttore dell’Ulss 2 Marca Trevigiana Francesco Benazzi, delegato dal presidente della Regione Veneto Luca Zaia; il sindaco del Comune di Valdobbiadene Luciano Fregonese, con Giovanna Cala Maddalosso, responsabile dell’ufficio Lavori Pubblici; l’assessore del Comune di Susegana, Matteo Bardin; il comandante della Polizia Locale di Conegliano, Claudio Malamace; il Direttore dell’Unità Organizzativa “A” Protezione Civile e Strutture periferiche della Direzione Protezione Civile e Polizia Locale, Nicola De Bortoli; il responsabile del Servizio Professioni Sanitarie del Dipartimento di Prevenzione dell’Ulss 2, Mauro Busolin; e il comitato organizzatore della Prosecco Cycling presieduto da Massimo Stefani
Nell’incontro è stato valutato e perfezionato il protocollo che verrà applicato alla Prosecco Cycling con l’obiettivo di tutelare, in primo luogo, la sicurezza dei partecipanti lungo lo spettacolare percorso che, partendo da Piazza Marconi a Valdobbiadene, andrà a toccare ben 13 Comuni della Marca Trevigiana. Gli organizzatori della Prosecco Cycling hanno, in particolare, presentato al prefetto il protocollo di distanziamento dei partecipanti, il piano di gestione dei ristori lungo il percorso e della Trattoria Crai, che accoglierà i ciclisti dopo la corsa. Una particolare attenzione sarà anche dedicata alla gestione del consueto punto di ritrovo dei partecipanti, alla Tenuta Villa Sandi a Valdobbiadene, dove alla vigilia della corsa avverrà la consegna della busta tecnica e del pacco gara. L’incontro è stato anche l’occasione per ufficializzare una modifica al percorso: i lavori in corso sul ponte Boffot, poco dopo Collalto, porteranno i ciclisti a transitare per Barbisano e il centro di Pieve di Soligo. Il cambiamento di percorso, molto apprezzato dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Stefano Soldan, porterà la Prosecco Cycling ad uno sviluppo di 104,8 chilometri, invece dei 98,4 inizialmente previsti.