VITTORIO VENETO. Riapre la Biblioteca civica. A certe condizioni e con prenotazione

93

La Biblioteca Civica di Vittorio Veneto riaprirà i battenti lunedì prossimo. «L’esigenza della riapertura era molto sentita in città – spiega infatti l’Assessore alla Cultura Antonella Uliana – e dal 15 giugno i ragazzi potranno di nuovo usufruire delle sale studio anche se gli accessi saranno contingentati per garantire le necessarie distanze di sicurezza.  La capienza dei locali, che normalmente sono in grado di accogliere più di 100 persone, è stata ridotta a 31 e l’accesso per motivi di studio sarà possibile solo su prenotazione e verrà riservato ai soli iscritti – in possesso di tessera – che dovranno indossare la mascherina e disinfettarsi le mani all’arrivo. All’interno della struttura potranno essere presenti, contemporaneamente, tre utenti che desiderano usufruire del servizio di prestito. Saranno anch’essi tenuti ad indossare la mascherina e a rispettare la coda, davanti al bancone, mantenendosi tra di loro a distanza di sicurezza. Per il momento infatti, ancora non sarà possibile girare liberamente per le sale a scegliere i volumi desiderati ma si dovrà essere assistiti dai bibliotecari. Restano sospesi l’utilizzo dei computer normalmente a disposizione del pubblico e la consultazione di quotidiani e riviste». La riapertura è stata decisa nella giunta di giovedì, dopo una serie di riunioni che hanno coinvolto il personale e i responsabili della sicurezza. Per i libri in rientro dal prestito rimane la quarantena di 14 giorni stabilita dll’ULLS2. Sul posto sono disponibili le modalità che regolano l’accesso.