TREVISO. Le colline del Prosecco promosse dall’Accademia Georgofili

146

L’Accademia dei Georgofili promuove le Colline del Prosecco, del resto promosse già a livello internazionale dall’Unesco con la dichiarazione di patrimonio dell’umanità.  Georgofili info spiega come la nostra “È una delle aree geografiche con le più alte aspettative di vita al mondo e mostra statistiche sanitarie al top per una molteplicità di patologie. Eppure la provincia di Treviso, patria del Prosecco, è una delle più battagliate del Belpaese a causa degli agrofarmaci utilizzati in viticoltura. Se da un lato il successo delle bollicine trevigiane ha portato crescita economica e reputazionale, dall’altro ha infatti inasprito le tensioni fra cittadinanza e viticoltori, accusati questi ultimi di avvelenare il territorio. Sono così fioriti comitati no-pesticidi, come pure si sono moltiplicate conferenze di associazioni che nell’allarmismo trovano da tempo la propria unica ragione di esistere”. A dispetto del rischio percepito, infatti, le locali aspettative di vita sono raddoppiate in un solo secolo, con i maschi trevigiani che sfiorano ormai gli 82 anni e le femmine che hanno superato gli 86. Fosse uno Stato, la provincia di Treviso si collocherebbe fra i più longevi al mondo.  Un altro tema trattato, oltre alla disamina sulle malattie, è quello dell’eccessiva vicinanza tra alcune abitazioni e certi vigneti. “Una notizia più che positiva che sa da buon senso – risponde Giorgio Polegato, presidente di Coldiretti Treviso – Per noi la guardia deve rimanere alta, ma abbiamo estrema consapevolezza che i nostri imprenditori negli ultimi vent’anni hanno scelto la sostenibilità e un approccio ambientale alla coltivazione e alla produzione. Non farlo sarebbe stato stupido perché noi viviamo nell’area dove coltiviamo la vite, ma anche perché la sostenibilità è un motivo sostanziale per farsi scegliere ed amare dai consumatori”.