ARTE. Eleonora Bottecchia partecipa alla Biennale di Venezia con un omaggio alle colline del Prosecco

194

Dopo le ultime esposizioni a Miami, a Roma all’antologica di Dario Fo e a Milano in occasione dell’International Art Price Frida Kahlo, per Eleonora Bottecchia arriva il primo appuntamento veneto con la partecipazione alla Pro Biennale di Venezia presentata da Vittorio Sgarbi.

Allartista coneglianese, proprio in questi giorni è stato anche assegnato il premio Jacopo da Ponte. Eleonora Bottecchia è conosciuta per le sue marine blu, ma nella rassegna curata dal critico, espone un omaggio ai colli della Docg dal titolo “Le colline del Prosecco Conegliano Valdobbiadene patrimonio dell’Umanità”.

Si tratta di una scultura modellata con sinuosità, dove i filari si inerpicano chini in una tela plasmata a mano. I toni del verde delle foglie del si intrecciano in un moto perpetuo e si sovrappongono l’un l’altro con armonia.