MOGLIANO. Giovane arrestato con 50 grammi di cocaina

173
SONY DSC

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Treviso, nel pomeriggio del 13 maggio scorso, in Mogliano Veneto, hanno arrestato un giovane di nazionalità albanese, classe 94, per detenzione di cocaina ai fini di spaccio. Da giorni gli investigatori tenevano d’occhio le zone calde dello spaccio moglianese, tra via Ronzinella e via dello Scoutismo, ove si notavano strani movimenti e un continuo via vai di persone. Il blitz dei militari ha consentito di rinvenire quasi 50 grammi di cocaina, tenuta nascosta dall’indagato nella camera da letto della propria abitazione e in garage. La quantità di sostanza stupefacente, le modalità di conservazione e la disponibilità della somma contante di € 2.000, verosimile provento dello spaccio, non hanno lasciato adito a molti dubbi, circa l’attività illecita da questi svolta. Contestualmente un acquirente italiano 46enne, trovato in possesso di circa 10 grammi di cocaina, è stato denunciato a piede libero.

L’operazione è il risultato della costante presenza sul territorio da parte della Compagnia Carabinieri di Treviso e s’inquadra nell’ambito dei controlli sempre attivi, in tema di contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, anche in questo particolare periodo caratterizzato dalle restrizioni sugli spostamenti, in virtù dei provvedimenti governativi anti contagio da COVID-19. In particolare, dall’inizio dell’emergenza sanitaria in atto, sono stati eseguiti altri 2 arresti per il reato di spaccio, uno in Treviso e l’altro in Mogliano Veneto, denunciati per il medesimo reato 3 soggetti nel comune di Preganziol e sequestrati complessivamente 270 grammi circa di sostanza stupefacente di varia natura.