MONTEBELLUNA. Un racconto collettivo a testimoniare i giorni del Covid 19

94

È giunto in Brasile il progetto di memoria collettiva avviato un mese fa dal MeVe di Montebelluna, assieme al Museo civico, alla Biblioteca comunale e al Servizio Cultura.

Pensato per coinvolgere le persone in un racconto che vuole fissare la testimonianza di questo tempo nella memoria di tutti, il progetto si rivolge a chi voglia raccontare la propria vita nel tempo del Covid19 attraverso foto, oggetti e storie che narrino come è cambiata la vita con l’avvento della pandemia. Un invito che, a sorpresa, è stato accolto anche da un gruppo di brasiliani di origine italiana. A fare da ponte con il Brasile è stata Nair Pires, brasiliana che abita a Vedelago, che ha raccontato “Istantanee” alla comunità italo-brasiliana di Rio Grande do Sul e che a nome di tutti i partecipanti al progetto ha inviato il brano TEMPO DI DARE UN TEMPO / TEMPO DE DAR UM TEMPO nato al tempo della pandemia dalla collaborazione tra i brasiliani residenti in Italia e i brasiliani discendenti da emigrati italiani.