VITTORIO VENETO. Denunciato un trentenne per truffa e documenti falsi

70

I carabinieri della stazione di Vittorio Veneto, al termine delle attività di indagine, hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Treviso, V.C.I., nato in Romania nel 1980, in Italia senza fissa dimora, con precedenti di polizia, per truffa e possesso di documenti falsi.

Le indagini sono scaturite a seguito della denuncia presentata nel settembre scorso presso la Stazione Carabinieri di Vittorio Veneto da un cittadino italiano, classe 1985, residente a Povegliano (TV), operaio, che, leggendo sul sito di vendite on-line “SUBITO.it” l’annuncio per la vendita di un vogatore da palestra, si metteva in contatto con V.C.I., al quale versava la somma di euro 530,00 per l’acquisto. Tuttavia, una volta effettuata la transazione, V.C.I. si rendeva irreperibile e del vogatore nessuna traccia.

Gli accertamenti della Stazione Carabinieri di Vittorio Veneto, oltre ad aver permesso l’identificazione di V.C.I., hanno anche fatto emergere che lo stesso, nell’aprire il conto corrente dove è stato effettuato il bonifico, ha utilizzato dei documenti d’identità contraffatti intestati ad una persona inesistente di nome David Mora.