TRIVENETO. Export nel 2° trimestre di 8,6 miliardi di euro, +1,3%

218
Renzo Simonato

E’ stato pubblicato il Monitor dei distretti industriali del Triveneto a fine giugno 2019, curato dalla Direzione Studi e Ricerche Intesa Sanpaolo. Nel secondo trimestre 2019 i distretti del Triveneto hanno dato segnali di ripresa delle esportazioni, che hanno superato gli 8,6 miliardi di euro, con un aumento dell’1,3%, invertendo il segno negativo osservato nei primi tre mesi dell’anno.
Le esportazioni dei distretti monitorati da Intesa Sanpaolo rappresentano il 39% del totale delle esportazioni totali dell’agricoltura e dell’industria manifatturiera del Triveneto che nello stesso periodo, al netto della cantieristica, hanno registrato un aumento di poco superiore pari al +2,5%.
Su base semestrale, si è registrato un lieve aumento delle esportazioni sullo stesso periodo dell’anno precedente (+0,3%), nonostante il rallentamento dell’economia tedesca che rappresenta il primo mercato di sbocco per le imprese distrettuali del Triveneto. I distretti del Trentino AA sono quelli che nel secondo trimestre 2019 si sono maggiormente avvicinati al tasso di crescita nazionale (+2,9% vs 3% nazionale), seguiti da quelli veneti (+1,1%) e da quelli del Friuli VG pressoché stabili (+0,4%). Tra i settori trainanti l’agroalimentare (+2,7%), la moda (+2,0%) e la metalmeccanica (+1,9%), mentre restano in territorio negativo le esportazioni dei distretti del sistema casa (-1,4%). In un contesto di generale peggioramento del commercio internazionale provocato dalle tensioni create dalla guerra dei dazi tra Stati Uniti e Cina, i distretti del Triveneto sono riusciti a trarre vantaggio nei paesi avanzati lontani crescendo sul mercato statunitense del 13% e in Canada del 9%, beneficiando degli accordi di libero scambio con la UE. In frenata invece le esportazioni verso i paesi emergenti lontani (-1,8% soprattutto Cina e Messico) e vicini (-4,2%), oltre a Turchia, Polonia e Russia. “Con circa 115 mila pmi clienti e circa 100 filiere che impiegano 1.230 fornitori per un volume d’affari complessivo di 7,4 miliardi di euro, la nostra direzione regionale affianca ogni giorno lo sviluppo e la crescita del Triveneto in Italia e nel mondo. – ha dichiarato Renzo Simonato, direttore regionale Veneto, Friuli VG e Trentino AA – Intesa Sanpaolo sta facendo la propria parte per promuovere l’internazionalizzazione, anche attraverso la recente missione in Cina a cui hanno partecipato diverse aziende trivenete dell’agribusiness, la crescita dimensionale e lo sviluppo delle imprese anche attraverso l’ingresso in Elite che ha visto coinvolte 15 aziende del nostro territorio e al nostro programma di basket bond, a cui hanno già aderito le prime tre aziende trivenete per un’emissione obbligazionaria pari a 16 milioni di euro. Oltre alla consulenza, non facciamo mancare il credito, nei primi nove mesi infatti abbiamo erogato circa 4,7 miliardi a medio e lungo termine a famiglie e imprese del Nordest”.