MONASTIER. Le opportunità dei mercati africani. Se ne è parlato in un convegno

57

L’interscambio commerciale fra Italia e Africa è in forte espansione. Nei primi sei mesi del 2019 l’export dell’Italia verso l’Africa è stato di 19 miliardi e 582 milioni di euro. Si tratta di numeri in forte crescita.
Se ne è discusso approfonditamente martedì sera in BCC Monsile a Monastier durante il convegno economico dal titolo “Africa: i nuovi mercati e le buone opportunità per l’export e l’internazionalizzazione delle PMI italiane”, organizzato da Banca di Monastier e del Sile in collaborazione con il Gruppo bancario cooperativo Iccrea, con ETC Spa (società di consulenza che opera da molti anni nell’Africa Subsahariana) e Seles Spa (società di consulenza per PMI in tema di internazionalizzazione, ricerche di mercato sull’estero, ricerca di temporary export manager). Presenti in sala oltre un centinaio fra imprenditori e professionisti locali.
In Veneto, dati delle Camere di Commercio regionali, dicono che nel 2018 l’export verso l’Africa settentrionale rappresentava il 2% dell’interscambio con estero, l’1,2% verso gli altri Paesi africani.

Al convegno sulle opportunità dei mercati africani, oltre a Massimo Zaurrini di InfoAfrica, sono intervenuti Massimo Meliconi (responsabile dei prodotti e dei servizi complementari Iccrea BancaImpresa) che ha ricordato in particolare come il Gruppo bancario cooperativo Iccrea è presente da molti anni con un proprio ufficio di rappresentanza a Tunisi, Andrea Romano (amministratore delegato di ETC Group), Davide Boscolo (direttore commerciale di Seles), Katia Verardo (senior risk management and accountancy dipartimento di Finest).