PIEVE DI SOLIGO. Secondo incontro sulle Colline del Prosecco

349

Continua il percorso di pianificazione operativa indirizzato alla gestione del Patrimonio dell’Umanità delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, ufficialmente iscritte nella lista Unesco.

Il secondo incontro ha avuto luogo stamane a Pieve di Soligo (TV), alla presenza  della Regione Veneto, del Consiglio Direttivo dell’Associazione Temporanea di Scopo (composta da Provincia di Treviso, Camera di Commercio di Treviso – Belluno e Dolomiti, Consorzio di Tutela del vino Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG, I.P.A. Terre Alte della Marca Trevigiana), del coordinatore scientifico della candidatura prof. Amerigo Restucci, del coordinatore del gruppo di lavoro e delle attività prof. Leopoldo Saccon e dei componenti del gruppo tecnico di lavoro.

Nel work in progress sono stati delineati i passaggi propedeutici alla realizzazione di un percorso di protezione e promozione del sito, secondo le linee delineate dal Dossier e dalle raccomandazioni del parere ICOMOS. 

Nello specifico, è prevista la redazione del disciplinare tecnico entro il prossimo 24 di ottobre, per fornire ai Comuni le linee guida per approvare una “variante di adeguamento” urbanistico; la realizzazione di un piano di comunicazione integrata, comprendente le linee guida per il corretto utilizzo del logo, l’organizzazione di eventi promozionali e celebrativi, oltre ad attività di divulgazione di vario genere; la predisposizione di un piano di promozione turistica e formativa, destinata agli operatori sparsi nelle Colline, con l’ideazione di itinerari tematici e del concetto di “accoglienza diffusa”; la definizione di una disciplina specifica relativa alla tutela del paesaggio, nonché una catalogazione analitica delle strutture esistenti che possono essere recuperate ovvero di quelle a obbligo di demolizione; parallelamente, si sta procedendo alla realizzazione del piano di gestione.