ECONOMIA. Electrolux investe 130 milioni a Susegana

141
Una veduta esterna dello stabilimento Electrolux di Porcia (Pordenone), in una immagine di repertorio. ANSA/ALBERTO LANCIA

Il Gruppo Electrolux ha annunciato oggi che investirà circa 130 milioni di Euro in automazione, digitalizzazione e innovazione nel suo sito produttivo di Susegana, Italia.

L’investimento rientra nel programma di investimenti in ambito produttivo precedentemente comunicato (annunciato durante il Capital Markets Day nel 2017), per un totale di 8 miliardi di SEK su 4-5 anni a partire dal 2018. Focalizzato su automazione, digitalizzazione e migliori capacità d’innovazione attraverso nuove piattaforme di prodotto modularizzate, ci si aspetta che il programma generi un’efficienza annuale sui costi di circa 3 miliardi di SEK con pieno effetto a partire dal 2024.

La decisione di investire nel sito di Susegana segue un accordo con i sindacati relativamente allo sviluppo industriale continuo delle attività di Electrolux in Italia. L’investimento, il cui completamento è previsto nel 2022, comprende due nuove linee di assemblaggio e risorse per lo sviluppo del prodotto e del processo. Questo supporterà la competitività dei prodotti da incasso Electrolux nel settore della refrigerazione e permetterà all’azienda di raggiungere i migliori livelli di performance nell’ambito dell’imminente regolamentazione europea sull’etichetta energetica. L’aggiornamento porterà inoltre miglioramenti ergonomici alle postazioni di lavoro in tutto il sito.

Dichiarazione di Ernesto Ferrario, Amministratore Delegato di Electrolux Italia. “Abbiamo siglato un accordo importante per lo stabilimento di Susegana. Gli investimenti previsti di 130 milioni di Euro in innovazione di prodotto e processo rappresentano l’impegno dell’azienda per il rilancio della competitività del prodotto da incasso nel settore della refrigerazione, destinando importanti risorse all’Italia.
>La nostra attenzione è focalizzata sulla definizione di un nuovo metodo di lavoro che integri la digitalizzazione dei processi produttivi, l’automazione smart, connettività e sostenibilità, migliorando al contempo l’ergonomia delle postazioni di lavoro e salvaguardando l’occupazione.
I nuovi processi produttivi insieme a modularità e nuovo design ci permetteranno di posizionare meglio i nostri prodotti da incasso e servire meglio i nostri consumatori e clienti”.

Dichiarazione di Ruben Campagne, Direttore Relazioni Industriali di Electrolux Italia: “Ringrazio i lavoratori e i loro rappresentanti per aver condiviso un percorso che ha confermato, ancora una volta, l’importanza di un sistema di relazioni sindacali votato al dialogo e alla ricerca di soluzioni condivise. L’intesa raggiunta consentirà di rispondere alla richiesta di nuove competenze e nuovi linguaggi portati dallo sviluppo delle tecnologie più avanzate, grazie a un programma di riconversione professionale supportato da un piano di ricambio generazionale”.