VITTORIO VENETO. Una mostra sulla storia delle due ruote

65

Mercoledì 3 luglio alle 18,30 si inaugura a Vittorio Veneto, alla Torre dell’Orologio,   l’esposizione che racconta la favola delle due ruote. L’evento è collegato alla tappa vittoriese del Giro Rosa.

Da Ottavio Bottecchia a Marco Pantani. La Favola del Ciclismo, racconta -nell’anno del centenario di Fausto Coppi- lo sport delle due ruote lungo una parabola che abbraccia novant’anni della sua storia. A partire da mercoledì 3 luglio, la mostra, articolata in 24 «tappe», presenta altrettanti miti del ciclismo. I grandi ci sono tutti: da Ottavio Bottecchia, soprannominato il muratore al pirata Marco Pantani, passando per due campioni assoluti come Fausto Coppi e Gino Bartali.

L’iniziativa è stata resa possibile grazie ad Alba Edizioni ed ai materiali del CiclisMuseo di Motteggiano, il cui curatore, Renato Bulfon, ha messo insieme quella che è considerata una delle più importanti raccolte nazionali di memorabilia legate al ciclismo. Un’esposizione unica di materiali originali legati alle grandi figure di questa disciplina fatta di fatica e perseveranza: lettere personali, cartoline, giornali d’epoca, riviste, fotografie e gadget vari.
Fra gli eroi di questo sport uno spazio particolare non poteva non essere riservato a due glorie locali come Renato Longo e Vito Favero. Longo si è laureato cinque volte campione del mondo di ciclocross, vincendo anche dodici titoli nazionali in una disciplina nella storia della quale è stato senza dubbio uno dei principali interpreti a livello mondiale. C’è poi Vito Favaro, professionista di ottimo livello la cui memoria resta legata al Tour de France del 1958, che lo vide piazzarsi secondo a 3 minuti e 10 secondi dal vincitore, il lussemburghese Charly Gaul.

La mostra sarà visitabile nei seguenti orari e giorni:

mercoledì 3 luglio dalle 18.30 alle 20.30
venerdì 5 luglio dalle 19.30 alle 23.00
sabato 6/domenica 7 luglio dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 18.30 alle 20.30
lunedì 8 luglio dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 18.30 alle 20.30
martedì 9 luglio dalle 18.30 alle 23.00