CONEGLIANO. La tecnologia entra in Castello

90

Sarà inaugurato a settembre il progetto di restauro promosso dal Rotary Club di Conegliano. La peculiarità del piano però va oltre il semplice recupero delle opere lapidee del parco del Castello e la messa in sicurezza della rampa di scale di accesso, realizzati con contributo economico del Comune di Conegliano, dell’impresa restauratrice Sirecon srl e del Club rotariano.

L’originalità consiste infatti nell’installazione, con la sponsorizzazione della Banca Finint, di una pianta inclusiva visivo-tattile posta all’ingresso del giardino del Castello.
Questo primo piano di comunicazione inclusiva è un tassello di un più vasto programma di valorizzazione del patrimonio culturale della città di Conegliano.

Grazie a un’innovativa tecnica di stampa e all’utilizzo delle nuove tecnologie, i contenuti del pannello – sia grafici che testuali – saranno accessibili al maggior numero possibile di persone, secondo i principi dell’Universal Design. Il pannello integra infatti più livelli di comunicazione e fruizione: visiva, tattile, uditiva.

Sul pannello è presente un breve testo in italiano e inglese con le informazioni essenziali sulla storia del Castello.
La parte destra è occupata dalla pianta del castello, con il giardino, la cinta muraria e gli edifici che lo compongono: in questo modo sarà favorito l’orientamento di chiunque e verranno meglio identificati i punti di interesse.