TREVISO. Da luglio lo scontrino digitale. Ascom impegnata nella formazione

265

Ora scatta l’ora dello scontrino digitale. L’obbligo viene introdotto dal 1 luglio per le imprese del commercio medio grandi con fatturati dai 400 mila euro in su, per tutti gli altri dal 1 gennaio 2020. Tecnicamente la novità prende il nome di corrispettivo telematico, viene emesso da un registratore di cassa telematico e, a differenza di quelli emessi dai registratori di cassa tradizionali, arriva direttamente all’Agenzia delle Entrate, con conseguenze dirette sull’immediatezza dei controlli. Una rivoluzione per il piccolo e medio commercio per la quale Ascom-Confcommercio Treviso sta preparando i propri soci, anche con un convegno informativo in programma domani giovedì 20 giugno, dalle ore 15 alle ore 17, al Maggior Consiglio (Treviso), dal titolo “L’evoluzione dell’azienda digitale” con interventi di relatori Seac e di esperti Confcommercio. “Con oltre 250 soci iscritti”, ha detto il presidente di Ascom-Confcommercio Treviso Federico Capraro (foto),abbiamo registrato il tutto esaurito. Da oltre un anno, stiamo conducendo i nostri soci verso il corretto approccio al digitale, alleggerendo l’impatto degli obblighi normativi e predisponendo adeguati percorsi formativi e servizi”.