MONTEBELLUNA. Al San Valentino turn over garantito

690

In un comunicato l’Ulss spiega che, in riferimento alle valutazioni del sindacato Nursing Up sull’occupazione infermieristica presso il presidio ospedaliero di Montebelluna, nell’anno in corso l’Ulss 2 Marca trevigiana  sta garantendo il turn over di personale infermieristico e di supporto. Per il personale infermieristico, dalla graduatoria concorsuale, sono stati inviati  239 telegrammi e, a fronte di 134 cessazioni avvenute, sono già state assunte, nel medesimo profilo professionale, 130 unità di personale.

La situazione è la medesima per il personale di supporto (Operatori Socio Sanitari): in attesa dell’espletamento del concorso nel profilo di Operatore Socio Sanitario, l’Ulss sta provvedendo con assunzioni a tempo determinato e dalla graduatoria di avviso pubblico, sono stati inviati 268 telegrammi e per i quali si rilevano, ad oggi, a fronte di 42 cessazioni avvenute, 45 assunzioni nel medesimo profilo professionale L’Azienda, dunque, sta già provvedendo alla copertura dei posti che si renderanno vacanti nei prossimi mesi.

Sono state autorizzate ulteriori  39 unità assunzioni di personale nel profilo infermieristico e 27 di personale nel profilo di Operatore Socio Sanitario, in aggiunta all’attuale organico (extra turn over di cui 8 infermieri e 4 Oss per il San Valentino per l’aumento del carico di lavoro).

Per il San Valentino di Montebelluna entro il mese di giugno verranno integrati 32 infermieri e 7 operatori socio sanitari.

Su quest’ultimo aspetto il prossimo 5 giugno l’aziendadarà vita ad un concorso per l’assunzione in Veneto di operatori Socio sanitari: nello specifico 140 per l’Ulss 2 Marca trevigiana di cui 35 per il Distretto Asolo.

Circa i commenti ai tempi di assistenza media di un infermiere/paziente con l’entrata in organico sopra evidenziata per fine giugno e la riduzione autorizzata di posti letti per il periodo estivo si andrà a garantire una perfetta aderenza al parametro dei 200 minuti.

Si evidenzia che il personale infermieristico e di supporto  presso le Unità Operative che verranno trasferite allo IOV non comporteranno un aumento delle attività presso l’Ospedale di Montebelluna e tale passaggio avverrà proprio dal 1 luglio in una situazione già normalizzata per quanto riguarda il turn over.