VITTORIO VENETO. Convenzione tra Comune e privati per “Victoria Sport”

206

Con la firma della convenzione tra il Comune di Vittorio Veneto e la società «Mode Gladys», avvenuta nel pomeriggio di ieri 23 maggio, si è chiusa la vicenda legata alla ristrutturazione del complesso «Victoria Sport».

«Mode Gladys» aveva acquisito lo stabile nel settembre dello scorso anno, a seguito del fallimento della «Cerfim Srl» e ne era entrata definitivamente in possesso a dicembre, dopo la rinuncia all’esercizio del diritto di prelazione approvata dal Consiglio Comunale cittadino. Lo stesso mese, «Mode Gladys» aveva presentato una richiesta di cambio di destinazione d’uso di parte del «Victoria Sport» impegnandosi a cedere al Comune una porzione dell’area scoperta -da trasformare in campo da rugby- e una superficie di 400-500 mq all’interno, dove avrebbe dovuto trovare posto la farmacia di Costa. A marzo di quest’anno infine, «Mode Gladys» ha perfezionato le proprie richieste con il deposito dell’istanza di permesso a costruire in deroga al fine di poter procedere con i lavori di ristrutturazione. Il parere favorevole al rilascio del permesso in questione è stato votato dal Consiglio Comunale con la delibera nr. 17 dell’8 aprile scorso.

Quello brevemente riassunto nelle righe precedenti è l’iter degli avvenimenti che hanno portato alla sottoscrizione della convenzione firmata ieri.

L’Amministrazione ottiene a titolo gratuito una superficie di 1.030 mq nell’interrato del Victoria Sport da destinare ad «area sportiva coperta». All’esterno invece, divengono di proprietà pubblica -sempre a titolo gratuito- altri 8.100 mq di terreno sui quali troverà posto il nuovo campo da rugby. La farmacia n. 3 di Costa sarà realizzata al piano terra del complesso, all’interno di un’area di 471 mq che diverrà a tutti gli effetti un’unità indipendente ed autonoma rispetto al «Victoria Sport». Il Comune incasserà inoltre dalla controparte privata 67.000 € di contributi straordinari di urbanizzazione oltre a vedersi confermare la concessione a titolo di comodato gratuito – fino al 2029 – dell’area esterna dove sorge la pista da skate.

In cambio il Comune di Vittorio Veneto si impegna a rilasciare alla società «Mode Gladys» il necessario permesso a costruire, le autorizzazioni all’esercizio delle attività e a confermare tutte le destinazioni d’uso relative al complesso.