PADOVA. Un weekend di eventi per i 50 anni di Telefono Amico

313

Questo fine settimana l’associazione Telefono Amico di Padova  vuole festeggiare questi 50 anni di attività con la città.
Si inizia venerdì 24 Maggio alle ore 21.00 , presso il Teatro Ruzante di Padova con una Tavola Rotonda dedicata al problema che non è “ma passato di moda in 50 anni” ossia la solitudine . “Oltre le solitudini , un progetto di futuro” è il titolo della serata che ha l’obbiettivo di stimolare una riflessione, approfondendone le diverse prospettive sociali, psicologiche e culturali, per offrire degli spunti concreti che possano aiutare le persone ad affrontare la solitudine, fenomeno sempre più in crescita nella società odierna e nelle relazioni.
Relatori saranno il Prof. Umberto Curi, Filosofo,la Prof.ssa Maria Rita Parsi, Psicologa e psicoterapeuta, il giovanissimo scrittore Rocco Civitarese e la presidente di Telefono Amico di Padova e Cristina Rigon.

A moderare il convegno sarà Diana Rucli -direttore di IFOTES (Federazione Internazionale dei Servizi di Emergenza Telefonica.

Sabato 25 Maggio invece, dalle 16.00 alle 21.00  sarà il momento “di piazza” con ,una live performance dell’artista padovano Tony Gallo, che regalerà a Telefono Amico e alla città “un murales presso il Palasport dell’Arcella, dedicato a Telefono Amico e all’Ascolto, iniziato ad inizio settimana. L’opera sarà consegnata nelle mani dell’assessore allo Sport del Comune di Padova Diego Bonavina e della Presidente di Telefono Amico Padova Cristina Rigon alle 18.30.

Assieme a lui tante realtà e associazioni della città che si metteranno in gioco per il Telefono Amico, dalla musica, all’arte, al trucca bimbi, allo street food e che per tutto il pomeriggio animeranno la piazza dell’Arcella. Tra i protagonisti ci sarà il gruppo degli Urban Meadow, cover band di Green Day, i ballerini di Danza Musica Spettacolo, la Stige rock band e la Alternative Tas band, truccabimbi e palloncini, i laboratori della cooperativa il Sestante.

Ieri come oggi, il Telefono Amico di Padova è un numero dedicato all’ascolto di persone che si trovano in stato di difficoltà e disagio; nel solo anno 2018 sono stati registrati circa 5.000 contatti, provenienti prevalentemente da uomini nella fascia di età 36-65 anni e che per il 53% riguardavano la solitudine.

In questi 50 anni è cambiato il mondo , ma a reggere la struttura del servizio sono stati e restano tanti Volontari, che hanno donato instancabilmente parte del proprio tempo e delle proprie energie ad ascoltare le persone, a confrontarsi con loro e a dare fiducia e speranza a chi l’aveva persa”, dice Cristina Rigon, presidente di Telefono Amico Padova
Oltre 60 volontari, dai 25 agli 81 anni di età, opportunamente formati, pronti a donare il proprio tempo e i propri fine settimana, feste incluse.

Negli anni,oltre al Whatsappamico Padova ,servizio di ascolto in chat su whatsapp, nato per intercettare le fasce più giovani di età, la Telefonata Amica, realizzata in collaborazione con il Comune di Padova, che offre invece una linea di ascolto e supporto agli anziani che sono soli come i  Laboratori di ascolto volti sensibilizzare il dialogo la comunicazione tra i ragazzi nelle scuole.

Partner del Telefono Amico e dei festeggiamenti anche la Libreria Feltrinelli di Padova che dal 22 al 24 maggio proprio all’ingresso ospiterà, oltre ad un banchetto informativo che sensibilizzerà sulle attività del Telefono e sugli Eventi del 50ennale (I libri dei relatori si potranno acquistare anche al Teatro Ruzante , la sera stessa del Convegno) l’installazione “Tunnel di Parole”, uno spazio fisico in cui sarà possibile entrare nel vivo di situazioni di difficoltà emotive di chi chiama il servizio, ascoltando una serie di parole e situazione registrate, che simulano telefonate reali.