SILEA. Anziano 92enne uccide il genero al culmine di una lite

104
Paolo Tamai, 63 anni, la vittima

Omicidio, ieri in a Silea in via Nerbo. Al culmine di una lite, Giovanni Padovan, 92 anni, ha ucciso il genero Paolo Tamai di 63 anni. Le liti erano frequentissime da anni. Ieri mattina Tamai stava facendo dei lavoretti in giardino, quando dall’abitazione confinante è uscito il Padovan. La lite iniziata come cento altre volte, stavolta è finita nel peggiore dei modi: l’anziano è rientrato in casa, ha imbracciato il fucile e ha sparato colpendo la vittima al volto. Per l’uomo non c’è stato nulla da fare.

Giovanni Padovan, pensionato con un passato da operaio, è tornato in casa dove si è barricato fino all’arrivo delle forze dell’ordine. L’uomo, interrogato, ha ammesso l’omicidio senza però dare una spiegazione di un gesto tanto terribile. Le frequenti liti non sarebbero state causate da motivi economici. La moglie di Paolo Tamai, figlia di Giovanni Padovan, alla vista del marito a terra, si è sentita male ed è stata ricoverata all’ospedale.