CORTINA. Il Veneto ha gli alloggi sufficienti per le Olimpiadi invernali. Lo afferma la Regione

320

Fugata ogni preoccupazione sulla scarsità di camere d’albergo nel bellunese da destinare alla “famiglia olimpica”, requisito indispensabile per sostenere la candidatura di Milano-Cortina ai Giochi Olimpici invernali del 2026, che saranno assegnati dal Comitato Olimpico Internazionale nella sua sessione del prossimo 24 giugno a Losanna. A darne notizia è il Presidente della Regione del Veneto.

Grazie all’impegno congiunto di Regione, Confturismo e associazioni di categoria locali delle imprese turistiche – spiega il Presidente –, in pochissimo tempo è stato raggiunto l’obiettivo di garantire la disponibilità di ben l’80 per cento delle camere da letto del territorio provinciale bellunese interessato all’evento, vale a dire 5.786 “accomodation”, facendo un vero e proprio balzo in avanti rispetto a un mese fa quando la disponibilità era pari al 39% per complessive 2.739 camere”.

È stato così superato, per i Giochi Olimpici di Cortina, il limite di stanze fissato dal CIO per ospitare nei circa 45 giorni del periodo olimpico atleti, tecnici e l’intero staff delle squadre nazionali, con relativi familiari.