CASALE SUL SILE. Un progetto di alternanza scuola lavoro per le fornaci Bertoli: wine town con ristorante e orto dentro il parco

47

Il futuro delle Ex Fornaci Bertoli di Lughignano a Casale sul Sile? Gli studenti delle scuole superiori di Treviso confermano la vocazione turistica e ricettiva dell’area, tra ristoranti gourmet, degustazioni di vino, cibo a km 0, piste ciclabili e splendide vedute sul fiume Sile. Il sogno di Franco Malenotti, proprietario dell’area, di dare vita a una ‘Wine town’, una cittadella del vino capace di coniugare impresa, sviluppo, e sostenibilità ambientale, trova spazio nello studio di fattibilità consegnato mercoledì 15 maggio a Palazzo Giacomelli, oltre che a Malenotti anche al sindaco di Casale sul Sile Stefano Giuliato.

Nel corso del seminario conclusivo del project – work  è stato presentato il progetto di alternanza scuola/lavoro realizzato dalla Consulta della Rete delle Professioni Tecniche presieduta dall’ingegner Damiano Baldessin, rivolto a 30 studenti delle scuole superiori. Il progetto vede la partecipazione di cinque ordini professionali: architetti pianificatori, paesaggisti e conservatori della provincia di Treviso; ingegneri della provincia di Treviso; collegio dei geometri e dei geometri laureati della provincia di Treviso; agronomi e dottori forestali della provincia di Treviso; geologi del Veneto.

La sintesi del lavoro dei quattro gruppi di lavoro (“Piano ambientale e relazione geologica”; “Cartografia e rilievo strumentale”; “Masterplan” e “Progetto architettonico strutturale di massima”) confermare la vocazione turistica e ricettiva già proposta dal Committente, immaginata in forma compatibile con la connotazione di “oasi di pace” riconosciuta nel luogo.

Nello studio, a supporto della Wine town, troveranno posto un ristorante gourmet, con vista sul fiume, che potrà proporre i cibi a chilometro zero coltivati negli orti collocati nella parte orientale del parco, e l’albergo che sorgerà in corrispondenza dei vecchi magazzini, con servizi sia per la clientela business che per quella di fascia media. Per dare ristoro ai visitatori, la grande hall antistante il forno ospiterà un altro ristorante e piccoli punti vendita di prodotti locali e bevande, che si potranno gustare anche nella “Zona relax”, pensata per i giovani e ricavata sul sedime del capannone antistante il grande piazzale esterno. L’asfalto lascerà il posto al verde e all’acqua, elementi generatori di tutto il progetto. Nel casale a ovest, i cicloturisti troveranno servizi dedicati come l’officina e un piccolo ostello, oltre alla vicina area gioco per bambini.