MONTEBELLUNA. Al via le gare tra atleti dializzati e trapiantati

248

A partire da venerdì 17 maggio fino a domenica 19 maggio, si svolgeranno a Montebelluna i giochi nazionali di A.N.E.D. – Associazione Nazionale Emodializzati Dialisi e Trapianto – Onlus e il Comitato Speciale A.N.E.D. Sport -organizzati in collaborazione con il comune di Montebelluna, il Centro Nazionale Trapianti e con il patrocinio del Comitato Nazionale Paralitico (CIP) e del CONI.
La 29a Edizione dei Giochi Nazionali Trapiantati e la 26a Edizione dei Giochi Nazionali Dializzati vedranno atleti trapiantati di ogni organo ed età e pazienti dializzati, provenienti da tutte le Regioni d’Italia, gareggiare tra di loro per dimostrare il miglioramento della qualità di vita, che è possibile raggiungere grazie al trapianto. Gli atleti si confronteranno nelle specialità sportive di atletica leggera, volley, tennis, tennis da tavolo, bocce, golf.

Ai Giochi partecipano anche alcuni bambini trapiantati presso Il Centro di Trapianto di Rene Pediatrico di Padova, diretto dalla dottoressa Luisa Murer, la quale ricorda che “La malattia renale cronica sottopone i bambini, a volte fin dalla nascita, a percorsi clinici estremamente lunghi e faticosi con numerosi ricoveri, terapie ed interventi. Ma, soprattutto, rischia di influire negativamente sulla crescita e sulla qualità della vita del bambino e della sua famiglia dovendo, in seguito alle necessità assistenziali cliniche, rinunciare spesso ad una vita “normale” e a esperienze sociali e comunitarie” I Giochi sono stati supportati dall’amministrazione comunale di Montebelluna