ECONOMIA. Premio di risultato fino a 400 euro alla Inda di Olmi

318
Simone Tegon, Giuseppe Vallotto, Giovanni Cagnin e Cristina Breda
Alla Inda di Olmi torna, dopo sette anni, il premio di risultato. Direzione aziendale, Filca Cisl Belluno Treviso e Rsu lo scorso 19 aprile hanno siglato un contratto integrativo aziendale che prevede un premio fino a 400 euro per i 70 dipendenti dello stabilimento produttivo di Olmi (Treviso) dell’azienda leader nel settore dell’arredobagno.
Al premio di risultato, istituito per i prossimi tre anni e correlato ad obiettivi di efficienza, qualità e partecipazione, si aggiungono anche aspetti importanti legati all’aumento, rispetto a quanto previsto dal contratto nazionale di lavoro, del contributo aziendale al fondo pensione e l’erogazione di 200 euro aggiuntivi di flexible benefit sotto forma di buoni carburante.
“Le rappresentanze aziendali che si sono susseguite in questi anni – spiega Giuseppe Vallotto della Filca Cisl Belluno Treviso – hanno svolto un lavoro importantissimo e questo premio è il frutto di tanti anni di sacrifici legati al periodo di difficoltà che ha attraversato l’azienda nel periodo della crisi che ha colpito il settore del mobile e dell’arredo, culminata nel 2013. Vediamo positivamente il fatto che l’azienda abbia sempre creduto nella professionalità dei propri dipendenti e ribadiamo che partecipare alle attività sindacali è fondamentale per il raggiungimento di importanti obiettivi. Stiamo vivendo e gestendo un ricambio generazionale importante negli organici di numerose aziende, ecco perché invito i giovani nuovi assunti ad avvicinarsi al sindacato, partecipando e candidandosi a fare parte delle RSU aziendali mettendo a disposizione il loro tempo libero a tutela dei lavoratori e del lavoro”.