MONTEBELLUNA. Sportello Unico Commercio. Firmata la convenzione

264

E’ iniziata lo scorso 8 aprile l’attività del Servizio commercio del Comune di Montebelluna affidata al Consorzio B.I.M. Piave di Treviso nella veste del cosiddetto SUC – “Sportello Unico Commercio”. Quello messo a disposizione dal Consorzio è un servizio che si aggiunge ad una serie di attività già compiute a favore dei Comuni che lo compongono – tra cui quelle di tipo culturale (rete biblioteche e supporto scolastico), ambientale (concorsi ed iniziative con scuole), informatiche ed energetiche – oltre che all’esperienza del “Progetto Unipass”, avviato nel 2015, per la gestione con modalità telematica delle pratiche amministrative di competenza di Comuni, enti terzi e consorzi gestori di pubblici servizi. L’avvio del SUC da parte del Consorzio BIM nasce su proposta di vari comuni trevigiani che vi hanno già aderito (Arcade, Breda di Piave, Cessalto, Cison di Valmarino, Codognè, Farra di Soligo, Istrana, Mansuè, Mareno di Piave, Montebelluna, Morgano, Moriago della Battaglia, San Pietro di Feletto, San Polo di Piave, San Vendemiano, San Zenone degli Ezzelini, Sarmede, Sernaglia della Battaglia, Susegana, Valdobbiadene, Vidor) i quali ne avevano sollecitato la costituzione per superare alcune criticità connesse con le carenze di personale e per ottimizzare un servizio che necessita di competenze e professionalità sempre più esperte.
Lo sportello sarà attivo a Montebelluna una volta la settimana – nella giornata del mercoledì – con personale specializzato del Consorzio BIM. L’utenza potrà inoltre avvalersi per le funzioni base dello Sportello avviato nella sede presso la Provincia a Treviso (via Cal di Breda, 116 – edificio 10). Tutte le pratiche relative agli eventi, alle manifestazioni e ai mercati temporanei, invece, continueranno ad essere gestite dal personale dell’Ufficio commercio comunale al quale sarà affidato anche un ruolo più strategico con il compito di gestire e promuovere le politiche delle attività produttive.