MOTTA DI LIVENZA. Salgono a dieci i casi di tubercolosi alla Scuola Primaria

253

Agli otto casi di tubercolosi già notificati (due maestre e sei bambini) nella scuola primaria di Motta di Licenza si sono aggiunti oggi due ulteriori casi relativi, rispettivamente, a una bambina appartenente al gruppo dei primi 21 con Mantoux positiva e a una seconda bambina del gruppo degli ultimi 11 Mantoux positivi. Entrambe saranno sottoposte a terapia multifarmacologica. La notifica di tubercolosi per questi ultimi due casi è il risultato di lunghi percorsi di approfondimento diagnostico: entrambe le bambine, infatti, erano risultate negative alla ricerca del bacillo di Koch nel gastroaspirato ma presentavano un quadro radiologico dubbio, oggetto di attento studio delle équipe di Pediatria e Radiologia dell’ospedale di Oderzo.

Ieri sono stati eseguiti oltre 100 test Mantoux ai ragazzi di Prima Media, agli scrutatori del seggio elettorale del giugno 2018 e ad alcuni insegnanti attivi lo scorso anno scolastico alla Primaria di Motta. Gli esiti saranno disponibili venerdì pomeriggio e saranno illustrati nel corso dell’incontro pubblico in programma sabato 6 aprile alle ore 08.30 al Palasport di Motta, alla presenza del prof. Giovanni Rezza, direttore del Dipartimento di Malattie Infettive dell’Istituto Superiore di Sanità.

Da questa mattina è attivo lo sportello informativo gestito, alla Primaria, da personale del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica: oggi hanno chiesto informazioni due genitori. Lo sportello rimarrà attivo, in questa fase emergenziale, in aggiunta al call center telefonico funzionante dal lunedì al venerdì dalle 14 alle 16 allo 0422.323888.

Il dott. Valentino Gastini, Direttore dell’Unità Operativa Infanzia Adolescenza Famiglia e Consultori del Distretto Treviso terrà oggi pomeriggio il primo di una serie di incontri con gli insegnanti della Primaria, volti a fornire loro supporto e strategie operative nella gestione del vissuto dei bambini in relazione al focolaio epidemico.