MONTEBELLUNA. Tutto esaurito per il convegno sulla malattia diverticolare

42

Il 16 Marzo si terrà, presso la Biblioteca Comunale di Montebelluna, un convegno pubblico con inizio alle ore 8 fino alle 18, sul tema “Malattia diverticolare e Diverticoli: Analisi del problema” per il quale si è registrato il tutto esaurito con 220 medici ospedalieri  e di medicina generale iscrittisi da tutto il Veneto.  

“E’ la dimostrazione che il tema è di grande interesse e soprattutto che i relatori sono autorevoli – spiega Maurizio De Luca, primario di Chirurgia dell’ospedale San Valentino di Montebelluna –  Non mancheremo nemmeno di parlare di umanizzazione nelle cure e nel rapporto con il paziente in quanto risulta essere fondamentale”.

 

Ecco alcuni dati per comprendere la diffusione.

 diverticoli del colon sono presenti in oltre il 50% della popolazione Mondiale sopra i 60 anni di età

 In Italia il numero di persone/anno che giungono ad osservazione medica è pari a:

520.000 persone sottoposte a visita medica per diverticoli sintomatica; 42.000 persone/anno dimesse con diagnosi di diverticoli (trend in incremento di oltre il 35% negli ultimi dieci anni).

Il costo di spesa per il trattamento della malattia diverticolare è di 63,5 milioni di euro/anno.

In Veneto (dati stimati): 43.500 persone affette da diverticoli sintomatica; 3.500 persone/anno dimesse con diagnosi di diverticoli.
In Provincia di Treviso(dati stimati): Popolazione Ulss 2 Marca trevigiana 886000: 7.860 persone affette da diverticoli sintomatica, 630 persone/anno dimesse con diagnosi di diverticoli

  È stato calcolato che il costo per il trattamento ambulatorialedi un paziente affetto da malattia diverticolare è pari a circa 1300 euro, contro i 3200 euro per un paziente ricoverato.

 

“Saranno discusse in sede congressuale le più recenti modalità di diagnosi e di trattamento, le nuove frontiere di trattamento antibiotico, la chirurgia mini-invasiva del colon, i protocolli di trattamento che garantiscono assenza di dolore e dimissione precoce – aggiunge De Luca che tiene a precisare –  un tema trasversale del Convegno è l’umanizzazione delle cure. L’elevato numero di pazienti che accedono ai reparti di chirurgia di Castelfranco e di Montebelluna non hanno fatto diminuire l’impegno per l’umanizzazione e la comunicazione, considerate priorità da parte di tutte le componenti dei reparti: medici, infermieri, personale ausiliario ed amministrativo”.