SAN POLO DI PIAVE. Approvato in provincia il PAT del Comune. Individuati tre ATO: il centrale prevede espansione residenziale

206

E’ stata approvata ieri in Conferenza dei servizi in Provincia la versione finale del  Pat del Comune di San Polo di Piave.

L’attuale amministrazione ha modificato la precedente bozza, elaborandone una versione completa e coerente che oggi è stata firmata nella sede della Provincia al termine della Conferenza dei servizi alla quale erano presenti il Dirigente del Settore Urbanistica della Provincia, Simone Busoni, i suoi collaboratori Silvia Roma e Giovanni Zanardo e la responsabile dell’area tecnica comunale, Cinzia Camilotto.

Il PAT ha individuato tre ATO, Ambiti Territoriali Omogenei, ciascuno dei quali è stato dimensionato avendo cura di prevedere un’unica espansione produttiva ed una contenuta espansione residenziale nell’ATO Centrale mentre nelle restanti ATO non è stata inserita alcuna nuova espansione perché la visione dell’amministrazione è orientata all’uso e valorizzazione del patrimonio esistente o delle aree già precedentemente presenti in PRG con capacità edificatoria ancora residua.