CICLISMO. Domani avvio della Tirreno – Adriatico

39
Foto LaPresse/Fabio Ferrari 10/03/2018 Foligno, Perugia (Italia) Sport Ciclismo Tirreno-Adriatico 2018 - edizione 53 - Tappa 4 - da Foligno a Sarnano Sassotetto (219 km) Nella foto: durante la gara. Photo LaPresse/Fabio Ferrari March 10, 2018 Foligno, Perugia (Italy) Sport Cycling Tirreno-Adriatico 2018 - editione 53 - Stage 4 - Foligno to Sarnano Sassotetto (136 miles) In the pic: during the race.

Tutto pronto per la Corsa dei Due Mari: dal 13 marzo appuntamento con la Tirreno-Adriatico 2019 che scatta con la consueta cronometro d’apertura a squadre in quel di Lido di Camaiore e si conclude sempre con una prova contro il tempo, a livello individuale, a San Benedetto del Tronto. Sette le frazioni in programma, un paio davvero molto insidiose, anche se vengono a mancare gli arrivi in salita.

Per la Tirreno-Adriatico NamedSport verranno prodotte in diretta dall’host broadcaster RAI le ultime tre ore di ogni tappa, distribuite in 151 diversi Paesi del mondo attraverso 14 differenti network, in tutti e cinque i continenti.

In Italia la gara verrà offerta in chiaro sulla rete tematica RAI Sport +HD in apertura di trasmissione, per poi passare a RAI 2 per le fasi cruciali di ciascuna frazione. Copertura anche su Eurosport con alternanza tra Eurosport 1 e 2, dirette e differite.

Copertura in chiaro anche in Francia, grazie all’esclusiva garantita da La Chaine L’Équipe. Eurosport invece trasmetterà la Corsa dei Due Mari in tutto il resto d’Europa, in Australia e in 10 altri Paesi della regione Asia & Pacifico.
In terra neozelandese i tifosi potranno seguire la corsa grazie a Sky Sport, mentre gli appassionati giapponesi potranno godersi lo spettacolo delle varie tappe in diretta su DAZN.

La “Corsa dei Due Mari” sarà presente live anche in Sudafrica sugli schermi di Supersport; nei Paesi del Medio Oriente e Nord Africa invece la corsa sarà trasmessa dai canali di OSN.

Nelle Americhe, la corsa a tappe andrà in onda in diretta sulle piattaforme Fubo.TV e FloSports in USA e Canada e su TDN in Messico e America Centrale, mentre il network ESPN coprirà il Brasile, il resto del Sudamerica e i Caraibi con commento rispettivamente in portoghese, spagnolo e inglese.

Prima tappa: cronosquadre Lido di Camaiore (21,5 chilometri). La cronometro a squadre è praticamente la stessa vista e rivista negli anni: lunghi rettilinei adatti agli specialisti, da capire l’insidia del vento.

Seconda tappa: Camaiore-Pomarance (189 chilometri) Altro arrivo ai quali gli addetti ai lavori sono abituati. Prima lo strappo di Volterra, poi l’arrivo in leggera salita.

Terza tappa: Pomarance-Foligno (224 chilometri) Frazione lunga che si concluderà con l’arrivo in volata.

Quarta tappa: Foligno-Fossombrone (223 chilometri) Si superano i 220 chilometri. Strappo de I Cappuccini: un muro ripido che avrà l’ultimo scollinamento a soli sei chilometri dal traguardo.

Quinta tappa: Colli al Metauro-Recanati (178 chilometri) Sul finale un circuito di 22,3 km da ripetere tre volte: presenti due Muri, con pendenze che si avvicineranno al 20%.

Sesta tappa: Materica-Jesi (195 chilometri) Frazione per i velocisti .

Settima tappa: cronometro San Benedetto del Tronto (10,1 chilometri) Si termina con 10 chilometri contro il tempo per specialisti.