ADMO. In Veneto crescono i donatori

482

Si è chiuso con un vero record di nuovi donatori di midollo osseo il 2018 per Admo a livello nazionale. La vicenda del piccolo Alex affetto da una malattia genetica rara ha infatti provocato un “effetto a catena” in tutta la penisola. A parlare sono i dati.

Nel solo 2017, secondo la Federazione Italiana Admo, sono stati 28 mila i nuovi donatori; mentre nel 2018 si è arrivati a 45 mila nuovi iscritti al registro nazionale donatori di midollo IBMDR, tutti giovani dai 18 ai 35 anni che dunque si sono tipizzati e potrebbero diventare il gemello genetico per una persona in attesa di trapianto di midollo. E 23 mila solo negli ultimi due mesi dell’anno.

L’aumento ha riguardato tutte le regioni d’Italia ma soprattutto la Campania e il Veneto che sono le regioni di origine dei genitori di Alex.

In Veneto l’aumento è stato più contenuto anche perché qui non c’è stata la possibilità di creare occasioni di tipizzazione in piazza ma chi voleva doveva recarsi in autonomia nei centri trasfusionali della propria città dove è possibile fare l’esame del sangue per entrare nel registro dei donatori. Da 4200 nuovi donatori del 2017 si è così passati a 5500 del 2018.

In Veneto, in attesa di Trapianto ad oggi ci sono 34 adulti e 37 bambini. Ogni anno in Italia sono circa 1800 – 2.000 in attesa di trapianto (400 bambini e giovani). Per questo diventa fondamentale una sensibilizzazione capillare tra i più giovani che Admo Padova ha pianificato per tutto il 2019 con eventi e appuntamenti in scuole, società sportive, aziende. Giovani che se informati rispondono.

E’ il caso dei giovani che questo sabato sono stati al centro di via di Colli per tipizzarsi.

La prima è stata Sofia Busolo, neodiciotenne, conosciuta durante Match it now 2018 per aver realizzato e cantato “Gloria” , scritta e musicata assieme alla sua insegnante del liceo musicale Fusinato Cli Chiara Beltrame. Sofia si è regalata la tipizzazione e la voglia di diventare anche donatrice di sangue appena ha compiuto 18 anni.

Insieme a lei anche 7 studenti dell’istituto Alberti che la settimana scorsa avevano incontrato a scuola Admo e Avis Abano Terme; Anna, Giulia, Manuel, Pietro, Francesca, Laura e Alessandro questi sono solo i primi che hanno deciso di diventare donatori di midollo e di sangue, realizzando ancora una volta la Città del Dono.http://www.cittadeldono.it/abano/

A chiudere la mattinata altre due ragazze che avevano preso appuntamento grazie alla segreteria con il numero verde di Admo Padova 800 890 800

E così, insieme a ben 40 donatori di sangue, ai volontari Admo e al personale medico la mattinata di sabato è stata a tutto dono

E non è finita qui, il prossimo appuntamento sarà il 23 marzo con altri studenti incontrati in questi mesi.