MONASTIER. 5 mila euro dalla Casa di Cura alla Lilt

221

5000 euro che sono stati donati alla LILT da parte della Casa di Cura “Giovanni XXIII” di Monastier. Un maxi assegno che rappresenta il frutto del ricavato delle donazioni delle tante donne che durante il mese di ottobre dello scorso anno hanno effettuato lo screening mammografico presso la Casa di Cura. Presenti alla consegna il Dott. Alessandro Gava Presidente LILT e Direttore UOC Radioterapia Oncologica Ca’ Foncello, il Dott. Enrico Busato Direttore UOC Ostetricia-Ginecologia Ospedale Ca’ Foncello, la Dott.ssa Elena Daniel Psicologa “Progetto Artemide”, il Dott. Bernardino Sparviero Radiologo Casa di Cura “Giovanni XXIII” di Monastier, il direttore Sanitario dottor Ugo Coli e l’amministratore della “Giovanni XXIII” di Monastier Gabriele Geretto assieme al presidente di Sogedin S.p.A. di Monastier Massimo Calvani.

Da alcuni anni grazie ad una collaborazione tra la LILT e la ULSS 2 è attivo il “Progetto Artemide” che prevede la disponibilità di una psicologa a supporto psicologico delle pazienti colpite da malattia neoplastica ginecologica, afferenti all’UO di Ginecologia dell’Ospedale Ca’ Fondello di Treviso e loro familiari.