VEDELAGO. E’ fatta: Villa Emo passa di mano

648

Il Credito Trevigiano ha «deliberato di accettare l’offerta di acquisto di Villa Emo». L’offerta – spiega il comunicato – viene da un privato appassionato delle opere del Palladio. Ad essere ceduto è  l’edificio storico della Villa e non gli adiacenti cespiti, oggi occupati dalla banca che calcola di chiudere la  transazione entro l’anno. È fatto salvo il diritto di prelazione previsto dal D.lgs. 42/2004 a favore del Ministero dei Beni Culturali e delle altre competenti autorità.

La banca che ha già sopportato ingenti spese per la ristrutturazione, contribuendo così a salvare un bene prezioso, ora la consegna a chi può continuare l’opera di conservazione della villa.

Dalla vendita il Credito Trevigiano registrerà un incremento che si rifletterà sulla crescita degli impieghi sul territorio, in una prospettiva di maggior aderenza con la vocazione dell’Istituto di credito verso i propri clienti e soci e di maggior autonomia prospettica nel gruppo di appartenenza, in coerenza con il piano industriale 2019-202. Nessun altro, pubblico o privato ha manifestato interesse all’acquisto.