MONTEBELLUNA. Il resoconto della Polizia Municipale

318

Come da tradizione, il comandante della Polizia Locale Stefano Milani ha trasmesso al Sindaco il rapporto contenente i dati statistici del 2018 sulle attività svolte. Nell’insieme, rispetto al 2017, vi è una riduzione di 1/6 del totale delle infrazioni al codice della strada. All’interno di questa voce si segnala una diminuzione delle irregolarità della sosta a disco orario: da 1479 a 1097 (-382), con una contrazione del 26%; questo è dovuto alla revisione del Piano Sosta che ha ridotto gli stalli a disco orario e aumentato quelli a pagamento. Non a caso si registra, viceversa, un aumento delle multe nella sosta a pagamento che passano da 528 a 706 (+178), cioè il 34%. Diminuiscono le infrazioni della sosta su marciapiede o piste ciclabili: da 135 a 109 (-19%) e delle soste irregolari nelle altre situazioni: da 1573 a 1154 (-27%). Purtroppo aumentano da 135 a 170 (+26%) le soste vietate su spazi invalidi e taxi. Le multe per eccesso di velocità si riducono da 182 a 160 (-12%), così come si riducono i casi di guida con telefono cellulare: da 116 a 41 (-65%).

Pur avendo mantenuto inalterato il livello di controllo con lo strumento tharga 193, si sono di fatto dimezzate le sanzioni per assenze di assicurazione e omessa revisione. Infatti si è passati dalle 626 infrazioni del 2017 alle 331 del 2018 per quanto riguarda la revisione (-47%) e dal 99 al 57 (-42%) per quanto riguarda la guida senza assicurazione e dal 33 a 18 (-45%) per la guida con patente scaduta.  In ordine ai punti patente decurtati si scende da 2258 a 1702 (-25%), patenti ritirate da 54 a 25 (-54%). Mentre aumenta il numero dei veicoli rimossi +32% (da 107 nel 2017 a 141 nel 2018). Il miglioramento dei comportamenti stradali è confermato dalla scheda sull’infortunistica stradale ove la presenza della Polizia Locale è costante e invariata.

Gli incidenti con feriti sono diminuiti del 15% passando da 81 a 69. Anche il numero assoluto delle persone ferite è diminuito del 9% passando da 106 a 96. Per incidenti senza feriti i numeri sono scesi da 55 a 52.

Sul piano dell’edilizia sono 16 i sopralluoghi eseguiti nel 2018 come nel 2017, mentre i controlli ecologici sono saliti da 167 a 213, con un aumento del 28%; così come sono aumentate le infrazioni ambientali, da 31 a 48, in particolare l’abbandono dei rifiuti domestici nei cestini stradali che ha visto sanzionare 18 persone nel 2018 contro le 5 del 2017. Aumentano anche le sanzioni in materia di commercio fisso e ambientale, si passa dalle 22 alle 30 infrazioni (+36%). Aumentano le sanzioni per gli odori nauseanti, da 2 a 9. Diminuiscono le informative all’autorità giudiziaria in termini di pubblica sicurezza, da 35 a 28, e aumentano le pratiche evase e le notifiche eseguite per conto dell’autorità giudiziaria.