MONTEBELLUNA. Il sindaco: “Comune pronto ad acquistare l’ex poligono di tiro”

210

Il prossimo consiglio comunale di Montebelluna in programma per il 23 gennaio sarà chiamato ad approvare l’acquisizione dell’immobile “ex poligono militare di tiro a segno”. L’estate scorsa l’immobile è stato dichiarato disponibile e lo scorso 10 gennaio l’Agenzia del Demanio ha comunicato il parere favorevole al trasferimento al Comune dell’ex poligono di tiro a segno, indicando il termine del prossimo 30 gennaio, a pena di decadenza, per l’invio della relativa deliberazione consiliare. Spiega il sindaco, Marzio Favero: “L’ex poligono di tiro sorge lungo la Feltrina in località Biadene in un’area di 10mila metri quadrati che comprende anche tre immobili. E’ un luogo straordinariamente suggestivo.  La sua realizzazione risale al 1907 quando venne costituita la sezione locale della società di tiro a segno nazionale. Il poligono venne inaugurato nel 1910, madrina era Sofia Bertolini moglie di Pietro Bertolini, prima parlamentare e poi ministro del Regno d’Italia. Le attività si spensero negli anni ’70, ora è pensabile la sua restituzione ad usi ricreativi e sportivi. Perché l’acquisto? In primo luogo si tratta di 10mila metri quadrati immobiliari che diventano di proprietà comunale. In secondo luogo il poligono è quello che i paesaggisti chiamano land mark, un segno del territorio che vale la pena di conservare perché rappresenta un pagina della storia cittadina dei primi decenni del ‘900. Di particolare interesse dal punto di vista architettonico sono le due torrette che racchiudevano la postazione di tiro e che sono ancora oggi visibili a chi passa lungo la Feltrina”.