AMBIENTE. Processo Miteni. Zanoni:”La Regione si costituisca parte civile e non lo faccia troppo tardi come con i truffati delle Popolari venete”

178

“La Regione non perda tempo: dia immediatamente seguito alla mozione approvata in Consiglio il 22 marzo 2016 e predisponga le pratiche per il deposito della richiesta di costituzione di parte civile nel processo contro Miteni”.

È il sollecito che proviene dal consigliere regionale del Partito Democratico Andrea Zanoni vice presidente della Commissione Ambiente e da Cristina Guarda (Lista AMP) all’indomani della chiusura delle indagini della Procura di Vicenza per il primo filone di inchiesta sui Ptas, che va dal 2005 al 2013, con 13 indagati, responsabili dello stabilimento di Trissino.

“Dopo tanto tempo -continua Zanoni- i cittadini veneti potranno finalmente avere giustizia, mi auguro che la Regione faccia la propria parte senza indugi. Zaia si affretti per la costituzione di parte civile, eviti un’altra figuraccia come accaduto nel processo sui truffati dalle Popolari venete, quando la richiesta è arrivata fuori tempo massimo”.