PIEVE DI SOLIGO. Reading musicale sulla violenza contro le donne

255

L’Ulss 2 dedica particolare attenzione al fenomeno della violenza di genere, realizzando attraverso i Consultori Familiari e vari altri servizi in rete tra loro, in collaborazione con altri soggetti del territorio, prassi operative ed iniziative di prevenzione e assistenza alla vittime di violenza di genere.

Sull’argomento sono stati previsti degli eventi: il prossimo sarà un reading musicale, “Trafitte al cuore”,previsto per il giorno 18 gennaio alle 20.45 all’Auditorio  Battistella Moccia di Pieve di Soligo. Ingresso libero

E’ attivo sul territorio un tavolo di lavoro interistituzionale “Violenza e Stalking”, coordinato da Mariarosa Barazza, per il Comitato dei Sindaci del Distretto Pieve di Soligo. Il tavolo è composto da rappresentanti dei servizi dell’Ulss n. 2 Distretto Pieve di Soligo, Comuni (Amministratori e operatori), Sportelli Donna, Centro Anti Violenza, Fondazione di Comunità, Forze dell’Ordine, Medici di Medicina Generale, Pediatri di libera scelta, Associazione Italiana Donne Medico, Associazioni di volontariato (Caritas, Soroptimist, Coordinamento Associazioni Volontariato Sinistra Piave), Ordine Avvocati di Treviso.

Nel 2016 l’ex Ulss n. 8 di Asolo, in collaborazione con l’ex Ulss n. 7 di Pieve di Soligo, i comuni di Castelfranco Veneto e Montebelluna e la cooperativa sociale “Una casa per l’uomo”, hanno partecipato al bando di concorso denominato VALE – Dare Valore alle donne e alle reti di contrasto della violenza di genere – bandito dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità, ricevendo un contributo, pari a 180.000,00 Euro, per il potenziamento dei centri anti violenza e dei servizi di assistenza alle donne vittime di violenza e ai loro figli e per il rafforzamento della rete dei servizi territoriali”.
In riferimento a tale finanziamento i servizi partner del progetto VALE hanno individuato una serie di azioni connesse alle necessità del territorio, nello specifico:
-incremento della presenza di ore di supporto psicologico presso il Consultorio Familiare di Conegliano, rivolto a donne vittime di violenza e maltrattamento;
-attivazione di uno Spazio di ascolto rivolto agli uomini che agiscono violenza nelle relazioni affettive ;
-formazione sulla violenza rivolto ad operatori sociali e sanitari;
-eventi di sensibilizzazione e informazione sul fenomeno della violenza di genere rivolti alla cittadinanza;
-attivazione di un nuovo gruppo di auto mutuo aiuto rivolto alle donne vittime di violenza.