MONTEBELLUNA. In municipio uno sportello per le persone in difficoltà economica

39

Uno sportello a sostegno delle persone in difficoltà economica connessa ad un’esposizione debitoria significativa sarà prossimamente attivato presso il Comune di Montebelluna.

Un’iniziativa, approvata ieri dalla giunta comunale montebellunese, che risponde alla volontà di appoggiare proposte di enti e associazioni del territorio finalizzate a sostenere i cittadini che si sono trovati in difficoltà dopo 10 anni di crisi economica.
Il Comune ha infatti accolto la proposta dell’UPPI (Unione Piccoli Proprietari Immobiliari) che è stata poi estesa a tutte le associazioni di categoria – SUNIA (Sindacato Unitario Nazionale Inquilini ed Assegnatari), Ascom/Confcommercio (Confederazione Generale Italiana delle Imprese, delle Attività Professionali e del Lavoro Autonomo), Unione Agricoltori Treviso, CNA (Confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa) – che hanno ritenuto a loro volta di aderire.
Si tratta di misure a sostegno delle persone in una condizione di squilibrio economico-finanziario, ossia in una situazione in cui i debiti maturati ad esempio quelli fiscali come le cartelle Equitalia, i mutui ipotecari, debiti verso privati -sono maggiori dei redditi disponibili e che pertanto non sono più in grado di onorare gli impegni assunti, né di pagare bollette o a far fronte al semplice sostentamento familiare.

L’avvio dell’iniziativa si basa sull’accordo di partenariato che sarà a breve firmato dai vari promotori e avrà la durata di un anno. Sarà disponibile gratuitamente un consulente di una delle organizzazioni che hanno sottoscritto l’accordo in un ufficio del Comune di Montebelluna. Lo sportello avrà da un lato lo scopo di comprendere l’entità del fenomeno e dall’altro quello di divulgare gratuitamente le soluzioni