VITTORIO VENETO. Il campo da rugby. Incontro con le associazioni dopo l’asta vinta da privato

580

Mercoledì 5 dicembre, il sindaco di Vittorio Veneto, Roberto Tonon, ha incontrato alcuni rappresentanti del mondo sportivo vittoriese per discutere insieme le proposte che stanno emergendo sul futuro del campo da rugby.

«Com’è noto – spiega Tonon – la mia Amministrazione ha partecipato all’asta per l’acquisto del Victoria Campus tramite la Vittorio Veneto Servizi srl. Riteniamo infatti che si tratti di una struttura importante per tutto il polo sportivo. Ma non solo. Era anche nostra intenzione spostarvi la farmacia di Costa per gli spazi della quale attualmente paghiamo un affitto. L’acquisto dell’immobile da parte del Comune, si sarebbe realizzato utilizzando i fondi delle farmacie comunali. L’asta però è stata vinta da un privato che si è aggiudicato l’intera area per la cifra di 1.100.000.000 €. L’Amministrazione ne aveva offerti 500.000. Ora – continua il Sindaco – abbiamo due possibilità. La prima consta nel far valere il nostro diritto di prelazione entro il 5 Gennaio e acquistare l’intero bene pagandolo 1.100.000 €. La seconda consiste invece nel tentare la via dell’accordo con il privato per acquisire le aree che ci interessano. Esiste però anche una terza opzione che è quella di non considerare più il Victoria Campus, ma di pensare il campo da rugby in un altro luogo della città. Tutte e tre le ipotesi, come sempre, hanno pro e contro».

«La base per iniziare una trattava con il privato esiste – precisa Tonon – e la riassumo così: la nuova proprietà del sarebbe disposta a venderci – al prezzo di 300.000 € – alcune porzioni dell’area dove potremmo realizzare il campo da rugby e ospitare le farmacie. Quale ulteriore contropartita, ci viene chiesto che il piano terra, ora suddiviso in vari spazi destinati ad esercizi commerciali, possa essere unito per realizzare un unico ambiente. In questo caso, la sola condizione che poniamo, è che il nuovo spazio non venga utilizzato per l’apertura di un supermercato o di attività collegate alle scommesse o all’offerta di gioco d’azzardo tramite slot machine».