APPALTI A NORDEST. Sotto la lente centinaia di opere pubbliche

257
Cessalto 02 aprile 2016 Autovie Venete. A4 Lavori di asfaltatura della carreggiata nord. Copyright Foto Petrussi / Ferraro Simone

“…una vera e propria centrale di malaffare architettata da un gruppo di aziende friulane e venete, che per almeno tre anni si sarebbero spartite gli appalti di centinaia di opere pubbliche…”, questo è uno stralcio delle dichiarazioni del capo della Procura di Gorizia  (da La Tribuna di Treviso). Un groviglio di affari difficile da districare, dentro il quale troviamo imprese e stazioni appaltanti. Certo è che se si parla di turbativa d’asta, la materia di indagine risulta particolarmente difficile. Se invece si dovessero scoprire altri reati, quali l’intesa con i committenti, l’utilizzo di materiali tossici o scadenti, allora la questione cambia.

Dobbiamo attendere un po’ per vederci chiaro. Intanto si dichiarano tutti puliti. Nessuno ha nulla da nascondere, nessun trucco. Bene. I tanti dubbi saranno, si spera, sciolti. E i colpevoli, se ci saranno, dovranno pagare. La Guardia di Finanza e la Procura di Gorizia meritano il sostegno di tutte le persone oneste, qualunque sia l’esito finale. E meritano il sostegno di tutte le istituzioni perché l’inchiesta è solo agli inizi.