AUTOVIE. Indagine “Grande Tagliamento”

499
Immagini di archivio

Disponibilità alla collaborazione

Massima disponibilità e collaborazione da parte di Autovie Venete nei confronti della magistratura per quanto riguarda l’indagine “Grande Tagliamento”, indagine su una serie appalti di opere pubbliche fra i quali anche alcuni tratti di terza corsia. “Siamo assolutamente fiduciosi nel lavoro della magistratura – ha affermato il presidente della Concessionaria Maurizio Castagna – e consapevoli, per quanto ci riguarda, di aver ben operato”. Gli uffici di Autovie Venete hanno fornito tutta la documentazione richiesta dagli inquirenti.

La Guardia di Finanza sta eseguendo perquisizioni in 120 società in 14 regioni. L’ipotesi   è di illecito nelle procedure di appalti per opere pubbliche per un miliardo di euro e frodi nella realizzazione delle opere.

Questo l’elenco dei principali enti pubblici interessati:
Commissario Delegato per l’emergenza della mobilità riguardante la A4 (tratto Venezia – Trieste) ed il Raccordo Villesse – Gorizia;
Autovie Venete s.p.a., concessionaria delle tratte autostradali comprese tra la tangenziale di Mestre e Sistiana, tra Palmanova e Udine, tra Portogruaro, Pordenone e Conegliano, tra Villesse e Gorizia;
Autostrade per l’Italia s.p.a., concessionaria di numerose tratte autostradali tra cui la Venezia / Belluno e la Udine Sud / Tarvisio;
Friuli-Venezia Giulia Strade s.p.a., società che si occupa della gestione e manutenzione delle strade regionali del Friuli Venezia Giulia;
Veneto Strade s.p.a., società che cura la manutenzione delle strade regionali e provinciali del Veneto;
Anas s.p.a., concessionario della rete stradale nazionale;
Concessioni Autostradali Venete s.p.a., concessionario del passante di Mestre, della tangenziale di Mestre e del raccordo con l’aeroporto Marco Polo di Tessera;
Commissario Delegato per l’Emergenza determinatasi nel settore del traffico e della Mobilità nel territorio delle province di Treviso e Vicenza, titolare della realizzazione della Pedemontana Veneta;
Aeroporto Friuli-Venezia Giulia s.p.a., società che gestisce il “Trieste Airport”;
Aer Tre s.p.a., società che gestisce l’aeroporto “Canova” di Treviso;
Save s.p.a., società che gestisce l’aeroporto “Marco Polo” di Venezia;
Aeroporto “Valerio Catullo” di Verona Fillafranca s.p.a., società che gestisce lo scalo aeroportuale veronese;
Aeroporto “Guglielmo Marconi” di Bologna s.p.a., società che gestisce lo scalo aeroportuale bolognese;
Regione Friuli-Venezia Giulia, competente tra l’altro per le opere di costruzione, ampliamento, ristrutturazione e manutenzione dei porti e degli approdi marittimi, nonché per le concessioni di ghiaia;
Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale, società deputata alla gestione del Porto di Trieste;
Consorzio per lo sviluppo economico del Monfalconese, competente tra l’altro sul porto di Monfalcone.