AGROALIMENTARE. Primato dell’export al Veneto con 6,6 miliardi €

62
Nardi, Zanetti, Taliana alla Conferenza stampa di Treviso

L’industria di trasformazione agroalimentare è una ‘lepre’ del made in Italy. La produzione è stimata quest’anno in oltre 141 miliardi di euro. Il Veneto è la terza regione (dopo Lombardia, Emilia Romagna) con un fatturato stimato in 15,3 miliardi, ma la prima sul podio dell’export dell’intera filiera agroalimentare (produzione agricola, trasformazione industriale e distribuzione commerciale) con una quota di 6,6 miliardi nel 2017 (+37 per cento negli ultimi cinque anni) su quasi 41 miliardi di export italiano. Guardando alle sole aziende di trasformazione industriale, a Treviso e Padova sono attive 1.976 unità locali nei settori alimentare, vinicolo e distillati liquori (38,3% del totale veneto) per oltre 15.000 addetti (31% degli occupati nel settore in Veneto). Nel 2017 l’export di questa ‘filiera ristretta’ delle due province ha raggiunto 1,7 miliardi di euro, con una crescita del +6,2% rispetto al 2016 (Veneto +4,3%).
Questi dati sono stati comunicati nel contesto del Talent For Food.