TREVISO. I Quartieri celebrano il Natale cittadino

64

VEN 16 NOV 18 – A Treviso quest’anno il Natale si celebrerà nel centro commerciale più bello del mondo. Questa la sintesi del progetto e programma presentati questa mattina a Palazzo Rinaldi nella conferenza stampa dell’Amministrazione comunale. Al tavolo il sindaco Mario Conte, il vice Andrea De Checchi assessore alle Attività produttive e Lavinia Colonna Preti assessore alla Cultura. Con loro anche Mario Pozza, presidente della Camera di commercio Treviso-Belluno. L’evento è stato infatti costruito in collaborazione con le attività economiche, come ha ricordato Pozza. La Camera di commercio vi ha contribuito con 100 mila euro. Lo scopo di tutto il progetto è di attrarre visitatori-spettatori-consumatori. Per godere della città e delle sue manifestazioni e bellezze culturali. Ma anche delle opportunità commerciali e produttive. Una trentina di aziende sponsor hanno dato il loro sostengo sostanziale.
Tra le particolarità l’accensione di un albero di Natale, oltre che in Piazza dei Signori, anche in ogni quartiere. Previsti anche un percorso per visitare i presepi, un altro le sette chiese più cariche di bellezze artistiche della città. In Piazza dei Signori l’albero sarà abbellito da mille addobbi e da cento mila luci a led. Un servizio di riprese con droni sfocerà in un video da caricare nei social e costituirà un elemento dell’immagine di Treviso anche all’estero.
I mercatini saranno confermati più o meno quelli dell’anno scorso. Saranno tuttavia ammessi i banchi di migliore qualità e quelli che meno faranno concorrenza alle botteghe cittadine. Sarà fatto muro infatti per escludere i banchi di quelle attività che si porrebbero in posizione conflittuale con i commercianti della città. Tutti gli spettacoli e manifestazioni sono ad accesso gratuito. Un bando è stato lanciato per le luminarie e invitare i cittadini e le attività economiche a contribuire a migliorare ancora l’immagine della città. Nel suo breve intervento il sindaco Mario Conte ha detto che il Natale costituirà l’occasione per presentare il biglietto da visita di Treviso che era stato proposto in campagna elettorale e che sarà caratterizzato da qualità, programmazione e quindi economicità e da beneficenza verso le popolazioni colpite dai recenti eccessi del maltempo